Cantieri

Azimut +30% ordini e due nuovi modelli a Dusseldorf

Azimut, marchio del gruppo Azimut - Benetti annuncia una crescita negli ordini rispetto al precedente anno e presenta le novità di casa. Stile, personalità e la scela di un pool di architetti per tirar fuori il meglio dalla progettazione. Una scelta che sembra ripagare vista la crescita di interesse. Inoltre  il cantiere italiano esibisce 6 modelli di cui 2 novità assolute: I’Atlantis 51 e l’Azimut Flybridge 55. La preview è anche l’occasione per trarre un primo bilancio dall’inizio dell’anno nautico (settembre 2017), che per Azimut Yachts è decisamente positivo: il brand, infatti, ha registrato un trend di crescita del portafoglio ordini pari a +30% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. Al Düsseldorf Boat Show, la prestigiosa fiera nautica internazionale in scena nella cittadina tedesca dal 20 al 28 gennaio 2018, Azimut Yachts, il marchio del Gruppo Azimut|Benetti che quest’anno, secondo il Global Order Book 2018, si è classificato per la 18° volta primo produttore mondiale di yachts di lusso sopra i 24 metri, presenta in anteprima mondiale assoluta i due nuovi gioielli usciti dai cantieri italiani: l’Azimut Atlantis 51 e l’Azimut Flybridge 55.

News of the week

India e Cina continuano ad essere i mercati più ricchi

La domanda nautica da diporto, sia a livello nazionale italiano, che a livello globale, si può descrivere attraverso la definizione di tre profili della segmentazione del consumatore diportista nautico. 

I tre profili, identificati attraverso la ricchezza individuale sono (figura 1): 

  1. Upper Affluent 
  2. High Net Worth Individuals
  3. Ultra High Net Worth Individuals
Stampa

Torna Dodich, torna al comando di Rossetti

on . Posted in Cantieri

 ROSETTI MARINO GROUP FA IL SUO INGRESSO NELL'INDUSTRIA  DEI SUPERYACHT. CON IL BRAND ROSETTI SUPERYACHTSUno dei protagonisti italiani nella costruzione di navi high-tech per l’industria petrolifera offshore/inshore porta la sua esperienza e il suo know-how tecnico nel settore dei superyacht. Fondata nel 1925, la Rosetti Marino SpA è uno dei leader mondiali nella progettazione e nella costruzione di un’ampia gamma di navi commerciali, dai rimorchiatori oceanici e alle  navi di servizio per le piattaforme fino a quelle passeggeri, equipaggiate con i più avanzati sistemi di propulsione, automazione, ausili di navigazione e impianti di controllo. Quotato alla Borsa di Milano (listino MAC), Rosetti Marino Group, che comprende 18 società, 9 filiali e 1.200 dipendenti, ha registrato nel 2016 un giro d’affari in attivo di 213 milioni di euro.

 

Questa società ha consolidato la propria reputazione a livello globale grazie alle proprie navi custom estremamente efficienti, al rispetto dei tempi di consegna e alla grande attenzione al servizio post vendita. Il suo cantiere italiano San Vitale, nel porto di Ravenna, occupa una superficie totale di 240.000 mq che include pontili, ormeggi e un’are coperta di circa 17.000 mq, che include due stabilimenti costruttivi di 25x100m ciascuno e un dry dock di 160x25m. Fino a oggi il cantiere ha varato 119 navi da 40 a 140 metri di lunghezza.

Fulvio Dodich, manager con una grande esperienza dell’industria dei superyacht, che ha occupato importanti cariche presso marchi come Ferretti e Sanlorenzo, è partner e Presidente di Rosetti Superyachts, la nuova divisione con sede a Montecarlo che punta a sfruttare al meglio la grande esperienza del gruppo per costruire superyachts di lusso, supply vessels ed expedition yachts da 40 a 150 metri.

“Abbiamo deciso di lanciare questa iniziativa basata sulla notevole esperienza di Rosetti Marino, sul solido contesto finanziario e sulle eccezionali infrastrutture, per creare superyacht di alto livello che siano semi o totalmente customizzabili e al contempo fornendo eccellenze tecniche e soluzioni innovative”, ha dichiarato Dodich, originario di Ravenna. “Stiamo proponendo yachts Made in Italy disegnati e costruiti seguendo i più alti standard tecnici e di sicurezza, qualità che già caratterizzano tutte le società di Rosetti Marino Group”.

Per realizzare questo programma, Dodich ha individuato la persona più adatta nel progettista italiano Tommaso Spadolini, famoso a livello internazionale, che svilupperà una flotta di concept da 48 a 85 metri. Il primo di questi concept è un supply vessel di 85 metri di 2.200GT con motori principali MTU e sistema propulsivo Rolls Royce. È disponibile in due configurazioni con helipad centrale o poppiero; i renderings mostrano la versione con un ponte elicottero certificato sopra all’area poppiera dedicata all’armatore. L’helipad e la sovrastruttura prodiera sono collegati tramite una passerella centrale che si sviluppa in mezzo al ponte che accoglie i grandi tender e i toys.

Fulvio Dodich è già in un’avanzata fase di negoziazione con possibili armatori per questo e altri progetti. Ulteriori dettagli saranno svelati nei prossimi mesi.

Inoltre Rosetti Superyachts potrà fare affidamento sulle competenze tecniche e di engineering con- divise tra le diciotto società che compongono il gruppo, come per esempio la Basis Engineering. In questo modo il cantiere sarà in grado di proporre soluzioni custom per lo sviluppo e l’utilizzo delle più avanzate tecnologie da applicare ai propri yachts di ultima generazione.

ISAF

La Federazione Mondiale entra negli eSport

E' notizia dei giorni scorsi che gli eSport faranno parte a tutti gli effetti dei prossimi giochi olimpici e con una decisione pronta e clamorosa, la World Sailing è la prima federazione mondiale a dare la propria adesione creando una joint venture con la Virtual Regatta (società che crea video giochi a base velica come la Vor, la Extreme Sailing, etc...) decretando così la partenza della campagna olimpica di vela elettronica. Per fare questo la federaziione lancia la eSailing World Championships. A partire dal 2018 aperte le selezioni!  Le regate inshore daranno punteggi ai partecipanti che determineranno la eSailing World Rankings. I giocatori quindi parteciperanno alle qualifiche fino ad arrivare alle fasi finali. Il primo evento sarà a novembre del prossimo anno a Sarasota, USA.

Di seguito il comunicato lanciato dalla World Sailing. 

Saloni

UCINA guida la trasferta a Dusseldorf e presenta il Salone 2018

UCINA Confindustria Nautica, l’Associazione di categoria che rappresenta l’intera filiera dell’industria nautica da diporto in Italia, sarà presente alla 49° edizione del Boot di Düsseldorf (20 - 28 gennaio 2018), con uno stand istituzionale (Hall 7 A / G01) insieme ad Agenzia ICE per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane e sarà il punto di riferimento per le 116 aziende italiane di settore che parteciperanno in qualità di espositori, così come per gli operatori italiani e internazionali che visiteranno la rassegna tedesca. Sarà, inoltre, presentata alla stampa e agli operatori internazionali la guida “Italy, tax and yachting”, versione in lingua inglese della 5a edizione di Nautica & Fisco, redatta nel 2017 da UCINA Confindustria Nautica in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate e diffusa presso le marinerie europee grazie alla collaborazione con ItalianYachtMasters, la prima Associazione di comandanti e ufficiali di superyacht italiani.

Oceano

OMEGA si lega al Giro del Mondo Volvo

Manca esattamente un mese alla potenza dell’edizione 2017/18 della Volvo Ocean Race e le notizie e le novità continuano ad arrivare: OMEGA è l'Official Timekeeper della regata, Peter Burling e Martine Grael sono canditati al titolo di Velista dell'Anno 2017 e la flotta si prepara al Prologo. OMEGA sarà l’Official Timekeeper della Volvo Ocean Race 2017/18. Il prestigioso produttore svizzero è leader nel settore dell’orologeria sportiva e ha una lunga storia in eventi di altro livello. Prima di diventare partner della Volvo Ocean Race, dal 1932 a oggi Omega è stato Official Timekeeper in 27 diverse edizioni dei Giochi Olimpici ed è stato anche sponsor di Emirates Team New Zealand in molte campagne  di Coppa America, inclusa quella vincente di quest’anno. Raynald Aeschlimann, Presidente e CEO di OMEGA ha detto a proposito della collaborazione: “E’ un progetto molto interessante per OMEGA, ed è anche un privilegio. Conosciamo bene il mondo della vela, e crediamo che la Volvo Ocean Race incarni perfettamente lo spirito del marchio, il nostro amore per l’esplorazione e la ricerca continua dell’eccellenza. E’ un’opportunità unica e non vediamo l’ora di dare una mano ai velisti con il nostro sistema di cronometraggio.”