Volvo Ocean Race, il media value della più importante regata oceanica.

Con l’apertura del Volvo OceanRace Village, lo scorso 19 settembre ad Alicante, è ufficialmente iniziatal’edizione 2008-2009 della celebre regata oceanica.

 

L’evento, nato nel 1973 con ilnome di Whitbread, vedrà competere 8 team sulle 33.000 miglia necessarie percompletare il giro del mondo. Per completare la competizione, suddivisa in 10tappe, saranno necessari circa 9 mesi.

I porti che ospiteranno ilvillaggio di tappa della VOR oltre ad avere un significato sportivo hanno, perla competizione, sempre più un valore economico. La VOR farà tappa in porti comequelli di India, Cina, Brasile, Usa, e Russia, paesi e mercati tra i piùimportanti nel panorama economico mondiale.

La Volvo Ocean Race è oggi unadura ed estrema competizione sportiva che necessita di grandi investimenti peril sostentamento dei team partecipanti. Gli organizzatori hanno quindi predispostoun format dell’evento che è, allo stesso tempo, un attrattivo format dimarketing per le aziende sponsor. La regata è un contenitore che garantiscevisibilità ed opportunità per i 9/10 mesi di durata dell’evento utilizzando olde new media.

I dati di visibilità dimostranocome la VOR sia divenuta un evento “comunicativo” ed un format che interessagrandi aziende multinazionali. L’organizzazione della regata si è evoluta, venendoincontro anche alle necessità delle aziende e sfruttando i mezzi messi adisposizione dalla nuove tecnologie. Per questo motivo oggi  grandi aziende hanno deciso di veicolare laloro comunicazione investendo nell’evento, dopo aver attentamente valutato leimplicazioni strategiche ed i possibili ritorni in termini economici e di brandawareness.

Per l’edizione 2008-2009 Ericsson,Telefonica, Puma, Volvo si sfideranno in regata. Ericsson e Telefonica sarannopartner di due team e parteciperanno con due imbarcazioni ciascuna. Saranno inoltrepresenti anche aziende cinesi e l’importante azienda di consulenza BostonConsulting Group.

Secondo i dati fornitidall’organizzazione, nella passata edizione l’audience cumulata della VOR èstata pari a 1,8 miliardi di persone. Il risultato totale è stato il frutto diuna strategia di comunicazione che prevedeva l’utilizzo di differenti canali,classici e new media, come la Tv, la carta stampata, il Web fino alla radio.

Per quanto riguarda l’audiencetelevisivo due sono stati gli elementi alla base dei risultati ottenuti: ladisponibilità di contenuti e la diffusione degli stessi. I contenuti sono statigarantiti, in tempo reale da ogni singolo team, grazie all’istallazione a bordodi ogni barca delle telecamere (ogni team aveva a bord 10 telecamere) . Ladistribuzione delle immagini è stata garantita dai broadcaster in 192 paesi. Laradio ha garantito 280 ore di trasmissione con circa un miliardo diascoltatori.

Per la crescita del media value unruolo importante è stato ricoperto dai new media, primo fra tutti il web. Ilsito internet dalla VOR è stato visto da 3,5 milioni di visitatori unici, 100milioni sono state le pagine visualizzate.

Un altro new media, all’esordionella passata edizione, è stato il servizio mobile. Il servizio sviluppato daErickson è stato diffuso tramite 15 provider ed ha garantito 4 milioni didownload di contenuti legati alla regata. Infine grazie al lavoro dei più di2000 giornalisti accreditati sono stati pubblicati circa 17,500 articoli e distribuitecirca 10.000 immagini.

Fino a qui i dati dei visitatoria distanza, le persone che invece sono venute a diretto contatto con l’evento,quindi visitatori, sportivi, media, invitati, sponsor, sono stati 2,8 milioni.

L’obiettivo dell’edizione 2008-2009sarà quello di aumentare ancora l’audience e di garantire i più elevati ritornieconomici alle aziende che hanno creduto nell’evento.

Continua …

Share