A Cascais la FB generation, ma non per tutti

Alla fine della fiera saranno nove i team che si daranno battaglia per la prima tappa dell’America’s Cup World Series che prenderà il via a Cascais, Portogallo, dal 6 al 14 agosto. Competere nell’AC45 class offrirà un assaggio di ciò che sarà quando in acqua avremo invece l’AC72 class entro la metà del 2012. Tra i mandati richiesti a questa Coppa America c’è un più alto livello di atletismo, oltre, come dichiarato dal CEO di Oracle Racing Russell Coutts di creare “un evento affascinante per la generazione di Facebook e non per quella dei Flintstone”

Da Scuttlebutt oggi 21 luglio 2011 – A detta di tutti, la AC45 class è più impegnativo rispetto ai 12 metri s.i. e agli IAAC. “Il livello di attività fisica a bordo non si è mai visto in Coppa America” ha sottolineato Paul Cayard CEO di Artemis. “Il recupero tra una gara e l’altra sarà fondamentale e gli allenatori avranno il loro da fare a distribuire bevande energetiche e barrette proteiche”.

Ma quando Oracle Racing, vincitore della 33° Coppa America di 33, ha annunciato che sarebbero stati due gli equipaggi in acqua per l’evento Cascais, è venuto il dubbio di quale equipaggio sarebbe stato allestito. Nel linguaggio di Coutts, il team guidato da Oracle Jimmy Spithill è più vicina alla Facebook generation (in media 38 anni), mentre il Team di Coutts lo sarebbe meno (in media 46 anni).

Nonostante Coutts che affermi che “non si vedrà molto grigio (riferendosi ai capelli) sulle nuove barche”, Coutts ha assemblato una squadra di veterani, con un record di 15 vittorie in Coppa, potenziato a 16, contando la vittoria del 2010 del giovane Simeone Tienpont.

Ecco i due equipaggi:
Jimmy Spithill (AUS), 32 anni, skipper
John Kostecki (USA), 47 anni, tattico
Dirk de Ridder (NED), 38 anni, trimmer wingsail
Joe Newton (AUS), 33 anni, trimmer del fiocco
Piet van Nieuwenhuijzen (NED), 40 anni, prodiere

Russell Coutts (NZL), 49 anni, skipper
Murray Jones (NZL), 53 anni, tattico e trimmer ala
Simon Daubney (NZL), 52 anni, trimmer del fiocco
Matteo Mason (NZL), 46 anni, Pitman
Simeone Tienpont (NED), 29 anni, prodiere.

Questo articolo è fedelmente tradotto da un pezzo uscito su Scuttlebut. Tutto sommato sarà bello vedere se la vittoria finale andrà all’esperienza di Coutts o alla freschezza di Spithill. Ma quello che SailBiz si domanda è: se nella prossima tappa dell’AC World Series dovesse venire a mancare qualche team per assenza di fondi (cosa probabile visto lo spessore del budget di alcuni) Oracle Racing metterà in acqua un terzo equipaggio? Oppure un altro team con budget preparerà il secondo equipaggio? Rischiamo di vedere in acqua tante barche e pochi team? La discussione è aperta ma sicuramente dopo Cascais avremo le idee più chiare aspettando la seconda tappa della AC World Series.

Share