Addio Youth America’s Cup, benvenuta Youth Foiling World Cup

Young Azzurra si prepara alla Youth Foiling World Cup

Arriva il team italiano sotto il guidone dello YCCS e viene annullato l’evento di Coppa America giovanile a causa delle restrizioni del governo neozelandese per combattere il covid-19. Ora Hong Kong si fa avanti per ospitare un evento su misura di tutti gli yacht club che hanno messo in piedi un team giovanile. Arriva la Youth Foiling World Cup e ci sarà anche lo YCCS.

Questa estate abbiamo assistito al grande ritorno dello Yacht Club Costa Smeralda in Coppa America, che ha annunciato la partecipazione alla Youth America’s Cup, la coppa america giovanile organizzata dal Royal New Zealand Yacht Squadron, il club detentore della Coppa.

LUNA ROSSA NO

Il primo aspetto su cui vogliamo mettere l’accento è l’anomalia che il Team Luna Rossa non abbia pensato alla creazione di una “cantera di giovani velisti” da addestrare per partecipare a questa manifestazione. E’ stato raccontato dell’accordo tra Luna Rossa e la Federazione Italiana Vela per la generazione dei velisti di domani, eppure l’evento della Coppa America Giovanile non ha destato interesse da parte del Challenger of Record italiano. Peccato. Eppure sono state fatte numerose selezioni per avere atleti prestanti, talentuosi e giovani da introdurre nel team. Tra questi anche il fortissimo Ettore Botticini che ha svolto una selezione a Cagliari in qualità di numero uno italiano nella ranking list mondiale di match race.

Luna Rossa Challenge

Purtroppo il ragazzo argentarino non è stato ingaggiato, ma da talento quale è, si è preparato sui foiling andando a vincere il campionato italiano di waszp, la deriva volante. In seguito ha partecipato alle regate del circuito Persico 69F, altra deriva volante ma in questo caso in equipaggio, chiudendo al secondo posto.

ASCOLTA IL PODCAST DI SAILBIZ

YCCS

Così lo Yacht Club Costa Smeralda lo ha fortissimamente voluto, per dargli il ruolo di skipper di questa avventura di Coppa. Voci vicino al team dicono che il progetto Coppa America giovanile è nato con un budget sui 250 mila euro, ma che ben presto il neo commodoro Michael Illbruck ha alzato la posta a oltre 300 mila euro per avere le carte in regola per provare a vincere il trofeo. Pare che anche la Federazione Italiana Vela abbia voluto contribuire, non solo in termini economici ma anche effettuando una selezione di forti velisti, rigorosamente under 23 (questo l’obbligo nel protocollo della Youth America’s Cup) non impegnati con la preparazione olimpica. A questa disponibilità si è aggiunta quella di allenatori federali. In banchina è girata la voce di Ganga Bruni, allenatore di esperienza, anche in Coppa America, ma soprattutto artefice di ben due titoli mondiali nella classe Nacra.

Fin qui tutto marcia a gonfie vele: Botticini lascia il Circolo Nautico e della Vela Argentario, dove è cresciuto velisticamente, approda in Sardegna e durante l’assemblea sociale dello Yacht Club Costa Smeralda del 1°agosto, alla presenza del principe Karim Aga Kahn, viene presentato come skipper del team Young Azzurra. Così il club lancia la sfida ai neozelandesi.

L’evento previsto per febbraio 2021, era pronto ad accogliere oltre 16 team provenienti da 12 nazioni. L’imbarcazione selezionata l’AC9F, il prototipo di imbarcazione foiling che riproduce in scala le prestazioni dei monocat della Coppa maggiore.

SALTA LA YOUTH AMERICA’S CUP

Ma all’ improvviso arriva l’annuncio dello Yacht Club di Auckland che annulla l’evento per ragioni di sicurezza imposte dal Governo neozelandese che non autorizzano l’ingresso nel paese causa Covid. Qualcosa suona strano: perché annullare l’evento con tanto anticipo? Cosa ne sarà della Coppa America maggiore? I tre team sfidanti stanno trasferendo le barche ad Auckland e stanno allestendo le basi. Il mistero cala sulla Youth America’s Cup, fino a quando i primi di settembre a risolvere il tutto interviene il Royal Hong Kong Yacht Club.

ARRIVA LA YOUTH FOILING WORLD CUP

Infatti il club cinese avendo un team candidato a partecipare alla Youth America’s Cup e gestendo dal punto di vista marketing l’evento con l’agenzia China Sports Industry, non vuole disperdere il patrimonio acquisito e si candida ad ospitare la prima edizione della Youth Foiling World Cup che si potrebbe correre tra febbraio e marzo 2021 o con gli AC9F o molto più probabilmente con i Persico 69F.

ASCOLTA IL PODCAST DI SAILBIZ