Allarme Qingdao…e se fosse ambush?

{mosimage}Incredibile situazione di imbarazzo a Qingdao sede delle regate durante le prossime Olimpiadi di Pechino: il mare si sta riempendo di alghe e le autorità locali lavorano duramente per ripristinare una situazione accettabile. Un mare verde dove le bianche imbarcazioni degli atleti cercano di prepararsi.

Ma qual è la definizione di accettabile per uno sport che della fluidodinamica fa una scienza (in aria e in acqua)? L’avanzamento delle barche è ostacolato dalla presenza delle alghe e le performance delle imbarcazioni di riducono a zero: è come avanzare con un secchio d’acqua legato a poppa…… 

Tutto questo per dire però, vedendo le foto che arrivano dalle agenzie, che è uno spettacolo questo mare di colore verde; un verde che è possibile definire color Heineken.

Ma perché gli esperti di marketing non ne approfittano per sponsorizzare le autorità locali a ripristinare la situazione proprio sfruttando il colore e l’attenzione riposta nella sede delle regate della vela? Un modo intelligente per sfruttare la situazione pur non essendo sponsor istituzionali dei Giochi.

Un rigore per l’ambush marketing che qualcuno dovrebbe sfruttare!! (riproduzione riservata) 

Share