Azzurra a Cascais fa capire che sarà battaglia

Dopo una settimana di alti e bassi in Portogallo, in cui aveva deciso, per scaramanzia, di non passare la linea d’arrivo della practice race di Cascais, nelle acque di Marsiglia Audi Azzurra Sailing Team prova un’altra “strategia”, tagliando il traguardo e aggiudicandosi così la prova. Con circa 6/7 nodi di vento da Nord-Ovest, il team italiano è stato dunque autore di un’ottima prestazione, partendo bene e mantenendo il vantaggio per l’intera regata. Le modifiche alla chiglia effettuate nei giorni prima della gara, sembrano dunque dare i loro frutti, con la barca che è parsa ancora più veloce che a Cascais. Nulla da fare, dunque, per Quantum Racing, secondo all’arrivo, che dopo la splendida prestazione in Portogallo, si presenta a Marsiglia come il grande favorito per la vittoria di tappa. Terza posizione per RÁN, davanti a un Container che ha mostrato ancora una volta ottime doti in partenza e Synergy, quinto. Sesta posizione per Gladiator, che a Marsiglia fà il suo esordio nella 52 Series, con Audi Sailing Team powered by All4One, settimo, e Bribon, ottavo, che chiudono la classifica a causa di una partenza anticipata che ha compromesso la loro prova.

Domani, toccherà alla 40 Series effettuare la propria practice race, con la 52 Series che inzierà a far sul serio disputando le prime prove valide per la classifica del Trofeo di Marsiglia. Con le regate ufficiali, prenderanno il via anche i programmi dell’Audi MedCup TV, con le dirette video trasmesse live sul sito medcup.org a partire dalle ore 12:50.

Questa sera, all’Open Village del Circuito Audi MedCup, appena inaugurato, inizieranno anche gli spettacoli dedicati al pubblico: in programma per la prima delle serate, un tributo a Michael Jackson, con un imitatore che ripercorrerà la carriera dell’artista attraverso le sue canzoni e le sue tipiche coreografie.

Le dichiarazioni del giorno

Vasco Vascotto (ITA), stratega di Audi Azzurra Sailing Team (ITA):
“Tutto ha funzionato al meglio, anche se non è mai un bene vincere una prova prima dell’inizio della tappa, ma è decisamente meglio farlo dopo! Ho votato per non tagliare il traguardo in prima posizione, visto che per questo genere di cose sono italiano al 100%. Ma gli altri ragazzi, visto che a Cascais non era andata poi così bene, hanno deciso diversamente. Comunque abbiamo manovrato senza errori, e la barca navigava in maniera ottima. La regata sarà apertissima, anche se Quantum, sempre molto costante, è il favorito per la stagione. Ma noi saremo lì, pronti ad attaccare non appena faranno un errore.”

Adrian Stead (GBR), tattico di Quantum Racing (USA):
“Eravamo abbastanza a nostro agio, oggi, con aria leggera, anche se è molto complicato questo campo di regata. La barca ha navigato bene sia di bolina sia di poppa, ma abbiamo visto, oggi più che mai, otto barche tutte molto competitive. Audi Azzurra ha regatato molto bene, riuscendo a mettersi davanti tenendosi poi lontana dal resto della flotta.
Dobbiamo capire prima possibile come si comporta la barca con poca aria, perché fino ad ora non ci siamo mai trovati in questa situazione. Ma in fondo è la stessa cosa per tutti gli equipaggi.”

Nikklas Zennstrom (SWE), owner-driver di RÁN (SWE):
“Sono condizioni parecchio diverse da quelle avute finora, con venti molto leggeri. Lo scenario è completamente differente, per cui è stato un bene avere questi due giorni per riuscire ad adattarci a queste condizioni. Però, rispetto a Cascais, non abbiamo fatto molti cambiamenti, visto che eravamo molto soddisfatti delle prestazioni. Tutte le modifiche sono state davvero minime.”

Share