Optimist

Bonus 800 euro per i collaboratori sportivi a gennaio, le novità

Lo sport è ancora fermo e, come accaduto in precedenza, nel tentativo di dare un sostegno a questo mondo è stato previsto un bonus di 800 euro per i collaboratori sportivi anche nel mese di gennaio. A comunicarlo il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora.

Tramite la sua pagina Facebook, lo scorso 9 gennaio, Spadafora ha fatto sapere: “Il bonus gennaio per i collaboratori sportivi ovviamente ci sarà; lo abbiamo garantito sempre a centinaia di migliaia di persone sin dall’inizio della pandemia. Il Consiglio dei Ministri dovrà approvare quanto prima un nuovo decreto per tutti i ristori. Per il mondo dello Sport non ci sarà solo il bonus ai collaboratori ma anche altro, come per esempio il credito d’imposta ed il rinvio di scadenze e pagamenti”. Con queste parole, dunque, è stato confermato il bonus di 800 euro per i collaboratori sportivi anche nel mese di gennaio.

Si ricorda che il bonus di 800 euro Sport e Salute è destinato ai lavoratori impiegati con rapporti di collaborazione presso il Comitato Olimpico Nazionale (Coni), il Comitato Italiano Paralimpico (Cip), le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva, riconosciuti dal Comitato Olimpico Nazionale (Coni) e dal Comitato Italiano Paralimpico (Cip), le società e associazioni sportive dilettantistiche, che, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività. E’ bene poi non dimenticare che non si può richiedere il bonus di 800 per lo sport se si percepisce altro reddito da lavoro, se si è percettori del reddito di cittadinanza o del reddito di emergenza, se si è beneficiari di altre tipologie di bonus 600 euro previste dal decreto Cura Italia e confermate dal decreto Rilancio.

Tramite un comunicato pubblicato il 10 gennaio, la società Sport e Salute Spa ha fatto sapere: “Relativamente alle domande sul bonus di gennaio che ci vengono poste da molti di voi, si è in attesa di una nuova normativa. Ve ne daremo notizia appena sarà ufficializzata”.

Ma quando si comincerà a parlare di aperture anche per lo sport? In attesa del nuovo Dpcm, che detterà le regole dal 16 gennaio 2021, sembra certo che il mondo dello sport sia destinato a rimanere fermo. Almeno ancora per un po’ di tempo. Anche se la speranza di Spadafora è quella di veder cambiare qualcosa entro la fine del mese. In un’intervista al Messaggero, il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport ha detto: “Confido che entro fine mese si possa ricominciare a fare sport, con i limiti che saranno previsti, e in tutta sicurezza”.