Clamoroso…si ricomincia da capo!

Clamorosa sentenza della Suprema Corte di New York: si torna indietro e si ricomincia tutto da capo: niente Ras Al Khaimah negli Emirati Arabi Uniti. La Suprema Corte di New York ordina che la 33a America’s Cup sia conforme al Deed of Gift. La Suprema Corte di New York ha stabilito oggi che la 33a America’s Cup, in programma a Febbraio 2010, deve essere organizzata in una località dell’Emisfero Sud, rispettando alla lettera il testo del Deed of Gift, il documento che regola la manifestazione, o a Valencia, unica eccezione consentita secondo il giudice.
Questa è una decisione deludente dal momento che nel Maggio 2008 la sentenza del giudice Cahn consentiva al Defender di scegliere Valencia o un’altra qualsiasi località” ha dichiarato Lucien Masmejan, avvocato della Société Nautique de Genève (SNG). “Ras Al Khaimah ha speso tempo e fatto sforzi eccezionali nel progetto della 33° America’s Cup. Li ringraziamo e ci scusiamo per questa inaspettata sentenza della Corte di New York.

Siamo tuttavia soddisfatti che il giudice Kornreich abbia confermato che la regata si dovrà disputare secondo le regole stabilite dal detentore (la Société Nautique de Genève), ribadendo di fatto quanto già affermato in una precedente sentenza” ha aggiunto Lucien Masmejan.

Note per la stampa:
Anche se il Deed of Gift, che risale al 1887, stabilisce che le regate dell’America’s Cup si devono svolgere nell’Emisfero Sud tra il 1° Novembre e il 1° Maggio di ogni anno, il Giudice Cahn, nella sentenza della Suprema Corte di New York del 12 Maggio 2008, aveva stabilito “che la sede dell’evento sarebbe potuta essere Valencia o qualsiasi altra località scelta da SNG”. Per questa ragione lo Yacht Club defender dell’America’s Cup ha selezionato Ras Al Khaimah negli Emirati Arabi Uniti.

 

Share