Como sfida Lugano

Anche per la città lombarda in arrivo un salone nautico. Anche il Lario infatti avrà la sua rassegna di settore. Nel weekend dal 21 al 24 maggio, nell’ambito di Artigiana 2009 prenderà il via ArtigianNautica, evento in collaborazione con le Camere di Commercio di Como e di Lecco, che hanno affidato il coordinamento operativo a Lariofiere.
A dieci anni dall’ultima edizione di Exponautica a Lariofiere di Erba, infatti, è nato un nuovo progetto di rassegna nautica. La rassegna si svolgerà direttamente «sul posto», nei luoghi dove nasce e fa mostra di sé la produzione d’eccellenza degli operatori nautici.
Nell’area comasca, lecchese e Alto Lario, infatti, la filiera produttiva della nautica da diporto può contare su oltre 100 imprese tra cantieri nautici, rimessaggi, noleggi e trasporti, officine meccaniche, allestimenti, fornitori di materiali e servizi di alta qualità. La valorizzazione dell’artigianato nautico lariano, dunque, avverrà a 360 gradi, lungo le sponde del lago, in prossimità di attracchi, cantieri nautici facilmente accessibili, aree di facile accesso sia da terra sia da lago e comunque con forte connotazione turistica, dove sarà garantito il passaggio e quindi la piena visibilità per le aziende partecipanti, soprattutto con prove in acqua. Le sedi avranno come basi principali a Como l’area a lago.
Salendo per i due rami del lago, saranno interessate: Cernobbio, Laglio, Bellagio, Pianello del Lario, e Bellano.
Ricco anche il programma degli eventi nell’ambito della manifestazione. In primis lo svolgimento della seconda edizione del Forum Regionale sulla Nautica Lombarda e Filiera collegata, programmata nella giornata di giovedì 21, per la cui location si sta studiando la possibilità di usufruire di un battello della navigazione. Inoltre: Isole esplorative per la presentazione/promozione dell’artigianato nautico. Marketplace, rivolto prevalentemente ai giovani per offerte di lavoro nelle aziende della filiera nautica.  Verrà inoltre presentato il Distretto regionale della Nautica Lombarda, messo a punto dal comitato promotore e che vede coinvolte sette province (Brescia, Bergamo, Milano, Como, Lecco, Varese e Pavia), in lista di attesa per ottenere fino a 23 milioni di euro di finanziamenti grazie al progetto Driade (Distretti regionali per l’innovazione, l’attrattività e il dinamismo economico locale).
Share