Coppa America: ecco Britannia, la barca di Ineos Team Uk varata ad Auckland

191003_ROSS_PORTSMOUTH_0022.DNG – AC75 Defiant sailing in Newport, Rhode Island.

Coppa America: varata Britannia, la barca con cui gareggerà Ineos Team Uk . In questi giorni di incertezza ritagliarsi un momento per guardare al futuro con ottimismo è indispensabile. E per tutti gli appassionati di vela, ma non solo, quello che sta accadendo ad Auckland, Nuova Zelanda, in vista della Coppa America 2021 è pura emozione. Mentre si attende con trepidazione il varo della seconda barca del team Luna Rossa Prada Pirelli, in programma il 20 ottobre 2020, è stata varata Britannia, la nuova barca di Ineos Team Uk.


Coppa America 2021 barche, cosa sapere su Britannia

Britannia è la barca da regata con la quale Ineos Team Uk gareggerà per la 36esima America’s Cup. Si tratta del secondo AC75 del Challenger britannico. La nuova barca del team britannico rende omaggio a uno degli yacht da regata più famosi della Gran Bretagna. Come si legge su ineosteamuk.com , Britannia sarà timonata da Sir Ben Ainslie, quattro volte medaglia d’oro olimpica e vincitore della Coppa America, con il collega medaglia d’oro olimpica, Giles Scott, come tattico. E l’obiettivo è chiaro: portare a casa la Coppa.

Per la realizzazione di Britannia sono state impiegate 90.000 ore di progettazione e 46.000 ore di costruzione, “un’enorme quantità di duro lavoro e dedizione”, ha sottolineato Ainslie. Ben Ainslie ha poi affermato:

“Questo è un grande passo avanti per noi come team e non vediamo l’ora di uscire in acqua nel porto di Auckland. I prossimi mesi saranno un periodo intenso, poiché dovremo sfruttare ogni secondo in acqua con questa nuova barca per sfruttare tutto il suo potenziale quando inizieremo a gareggiare nelle America’s Cup World Series, ma non vediamo l’ora di affrontare questa sfida”.

In occasione del varo, il fondatore e presidente di Ineos, Sir Jim Ratcliffe, ha inviato un messaggio di sostegno a Ben Ainslie e al team:

“L’America’s Cup è una magnifica competizione con una storia straordinaria e ora credo che per una delle prime volte nella storia britannica arriveremo alla linea di partenza con una barca davvero competitiva. Come recita la canzone, ‘Britannia rules the waves’, siamo tutti estremamente fiduciosi che il team riuscirà a dominare le onde ad Auckland e a portare la Coppa a casa per la prima volta nella sua storia”.

Britannia, la cui velocità massima stimata è di oltre 50 nodi (93 Km/h, 57.5 ​​Mp/h), rappresenta una significativa evoluzione dal primo AC75 del team. Notevoli cambiamenti sono stati apportati alla forma dello scafo, al layout del ponte e ad altro ancora. Proprio in merito al design, allo sviluppo e alla costruzione di Britannia, il capo designer di Ineos Team Uk, Nick Holroyd, ha spiegato: “Il cambiamento più grande rispetto a RB1 sta semplicemente nel fatto che le capacità fondamentali del nostro gruppo di progettazione si sono evolute in modo incommensurabile negli ultimi due anni. Questa barca è puntuale, perfettamente sul peso e il dettaglio degli allestimenti e dei sistemi è immacolato. Questo è un vero merito per ogni membro del team coinvolto”.

Holroyd ha quindi aggiunto: “Da quando abbiamo sviluppato la prima barca, l’area di regata e i limiti delle condizioni sono stati chiariti e abbiamo avuto il tempo di navigare e testare le dinamiche e i carichi. Ciò ha reso molto più chiaro il focus del team di progettazione e ci ha permesso di progettare tolleranze più precise. Inoltre, avere un equipaggio che ora ha navigato su un AC75 in RB1 ci rende molto più in sintonia con gli utilizzatori finali, coloro che devono navigare, e ci consente di essere più attenti alle loro esigenze”.

Ineos Tema Uk ora navigherà sulla Britannia nel porto di Auckland per i prossimi mesi fino alla prima regata del team e alla prima opportunità per gareggiare contro le altre squadre, l’America’s Cup World Series di Auckland, che si svolgerà dal 17 al 20 dicembre 2020.