E alla fine Luna Rossa ci sarà

Rumors di banchina davano per imminente l’annuncio di Patrizio Bertelli sulla partecipazione alla 34°America’s Cup da parte di Luna Rossa; ma nulla di ufficiale è mai trapelato. Membri del team Luna Rossa che partecipano al circuito Extreme 40 hanno sempre negato, ma mai come in questa occasione una negazione sembrava un’affermazione. Infatti la partecipazione al circuito Extreme dava proprio l’idea di essere propedeutica alla prossima Coppa America. Ma i bravi colleghi di FareVela hanno svelato il budget che Prada ha previsto per la partecipazione all’avventura concepita da Russell Coutts: 35-40 milioni di euro. Un budget che sembra assolutamente interessante, ma privo di ambizioni di vittoria finale. Comunque dopo l’addio di Mascalzone Latino una ventata tutta italiana ci voleva e quindi tutti il tifo per team Prada Luna Rossa che sicuramente darà del filo da torcere a Artemis Racing ed Emirates Team New Zealand, ma difficilmente potrà contro Oracle Racing sia in termini di budget che di vantaggio competitivo dettato dall’attività di ricerca, sviluppo e fine tuning del mezzo tecnologico. E in tutto questo è molto probabile che si rivedrà AUDI; dopo che BMW ha abbandonato la scena lasciando Oracle Racing, il marchio tedesco potrà entrare in grande stile. Del resto se è vero che il circuito TP52 marchiato Audi ha dato grande visibilità è pur vero che è sempre la serie B della vela rispetto alla Champions League – America’s Cup e il circuito di vela d’altura andava un pò stretto ad Audi. Dopo l’addio turbolento da Mascalzone Latino ora il settore automotive potrà ripopolare la Coppa America. 
Quindi il binomio del lusso AUDI PRADA potrà percorrere le vie di San Diego a braccetto.
Share