Fervono i preparativi per il Louis Vuitton Trophy

 A due settimane dalla data d’inizio degli allenamenti degli otto team a Nizza, fervono i preparativi della prima regata del Louis Vuitton Trophy.
A Nizza si stanno mettendo a punto le attrezzature, effettuando i test sulle barche per renderle uniformi e pronte per le regate ed alcuni team hanno già trascorso del tempo su barche ACC (America’s Cup Class) la scorsa settimana cercando di eliminare tutti i piccoli problemi prima dell’inizio delle regate, il 7 novembre.
Le quattro imbarcazioni ACC che saranno utilizzate per le regate di Nizza sono state preparate per l’evento di novembre a Valencia, sede dell’ultima America’s Cup, dove diversi team mantengono ancora la base delle loro operazioni.
Martedì pomeriggio, due delle barche, GBR 75 (fornita da TeamOrigin) e FRA 93 (fornita da ALL4ONE – nuovo nome di K-Challenge), sono arrivate trainate dopo un viaggio di oltre 400 miglia nautiche lungo la costa del Mediterraneo fino a Nizza.
“È fantastico vedere le prime due barche qui a Nizza”, ha detto Laurent Esquier, CEO della World Sailing Teams Association (WSTA), che, in  collaborazione con Louis Vuitton e con il Club Nautique de Nice, sta organizzando la regata.
Nic Bice, capitano della barca, ha dichiarato: “È stato certamente un sollievo arrivare a Nizza illesi. La nostra finestra meteorologica era estremamente piccola, ma grazie al duro lavoro dei ragazzi e delle ragazze coinvolti in questo trasferimento, siamo stati in grado di partire al momento giusto e di arrivare con le barche al 100% e pronti a lavorare”.
Le altre due barche, ITA 90 e ITA 99, fornite dal team Mascalzone Latino (che non sarà in gara a Nizza) arriveranno via nave alla fine del mese.
“Abbiamo un team che sta già lavorando molto duramente a Nizza, preparando il villaggio e la logistica per la regata, e ogni cosa sta seguendo la sua programmazione”, dice Esquier. “Non vediamo l’ora di accogliere gli otto team all’inizio di novembre per un po’ di allenamento prima della competizione”.

Share