La famiglia Agnelli e la vela

Fiat si associa a BMW, Audi e Volvo per comunicare nella vela legandosi ai valori ambientali. Gli organizzatori della Route du Rhum – La Banque Postale 2010 hanno annunciato che la Fiat è partner ufficiale. Il gruppo Fiat dichiara che i valori rappresentati dalla vela a cui si vuole lagare sono: superamento di se stessi, il rispetto per avversari e la ricerca di eccellenza.

Fiat storicamente è sempre stata legata al mondo della vela: Gianni Agnelli, figlio del fondatore del Gruppo Fiat, era un amante del mare e amava il suo yacht “The Stealth”. Più di recente, la partnership con Giovanni Soldini per la Volvo Ocean Race con il progetto Italia70, il maxi yacht neozelandese Alfa Romeo, una collaborazione tra Lancia e il Monaco Yacht Club, così come un recente accordo che vede il Campione del Mondo Moth Simon Payne diventato un ambasciatore del marchio per Abarth.

All’interno del gruppo, è il brand Fiat che sarà presentato nella Route du Rhum – La Banque Postale gara. Fiat fornirà i veicoli per gli organizzatori della gara. La motivazione per il partenariato è quello di promuovere Fiat nei suoi impegni ambientali. Secondo uno studio effettuato dalla JATO organizzazione indipendente, c’è stata una sostanziale diminuzione delle emissioni di C02 da parte della società: da 133,7 g/km, alla fine del 2008 le emissioni medie sono state tagliate a 127,8 g/km alla fine del 2009. Questo risultato dimostra l’impegno di Fiat a migliorare il rispetto per l’ambiente e significa uno strategia sostenibile incentrata sullo sviluppo di nuove soluzioni che aiuti a ridurre i consumi di carburante e quindi le emissioni di CO2.

Share