FOREX, OPPORTUNITÀ DI TRADING ANCHE IN CASO DI TURBOLENZA FINANZIARIA

Cresce l’impatto del rialzo dei tassi di interesse sui portafogli dei clienti italiani. Vi sono, secondo i principali esperti del settore, diverse opportunità, per ottenere fonti di reddito interessanti costruendo portafogli più forti. In uno scenario di bassi rendimenti, per esempio, gli investitori sono sempre più alla ricerca di nuove fonti di reddito. Nel 2016 sul Forex le valute legate alle commodity, tra cui quelle australiana e neozelandese, stanno continuando ad indebolirsi contro il dollaro statunitense. Anche nel caso in cui i prezzi delle commodity dovessero rimanere immutati nel 2016, il difficile contesto economico per l’Australia che la Nuova Zelanda, che porterà ad un rialzo, nel medio-breve periodo, del tasso di disoccupazione, e che graverà, si ipotizza su queste valute. 

 

Andare “corti”, come si ama dire in gergo di trading, su tali valute potrebbe risultare premiante nel corso del 2016. Quanto all’asset class azionaria, le azioni europee più interessanti rispetto a quelle statunitensi.

I portafogli di molti investitori globali risultano sovrappesati sulla componente azionaria statunitense, mentre le azioni europee devono ancora raggiungere questi livelli in tali portafogli. Infine, una serie di aumenti dei tassi negli Stati Uniti potrebbe mettere ulteriore pressione sui titoli azionari statunitensi.

C’è, poi, da considerare anche l’effetto del crollo della Borsa in Cina. Questo sta avendo e avrà effetto sicuramente sul Forex. Il crollo del 7% sul mercato azionario cinese di alcune settimane fa, per esempio, ha spinto le borse europee e Wall Street in rosso. Questo ha causato delle discese anche sul Forex, con gli investitori che sono subito corsi al riparto verso le valute sicure come il dollaro USA e lo yen giapponese.

Per concludere secondo le migliori società di trading il modo migliore per fare acquisti/vendite sull’ottovolante del mercato cinese potrebbe essere quello proprio di utilizzare i limit order. Pratica molto utilizzata in questi casi di turbolenza sul mercato delle valute straniere.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *