GRAND SOLEIL TROPHY A PUNTA ALA

 E’ mancato solo il vento per rendere perfetto un evento che ha portato in mare le barche più eleganti e veloci prodotte negli ultimi anni dal Cantiere del Pardo. La flotta di 61 scafi iscritti al Grand Soleil Trophy, infatti, è stata per due giorni protagonista nelle acque di Punta Ala per celebrare i 35 anni del Cantiere, in un evento che si è distinto per grande entusiasmo e passione per il mare.
Divise in due raggruppamenti, Crociera e Regata, le barche hanno però potuto disputare una sola prova, ieri, caratterizzata da aria debole. Oggi, invece, il Comitato di Regata organizzato dall’esperto Yacht Club Punta Ala, ha atteso inutilmente l’arrivo del vento, ma si è dovuto arrendere e far rientrare le barche senza poter dare la partenza della prova prevista.
Sono quindi rimaste valide le classifiche di ieri, che hanno visto vincitrici nella categoria Regata Italo Borrini con il Grand Soleil 40 Despeinada, e nella
categoria Crociera Finisterre, Grand Soleil 37 di Stefano Testi.
La flotta rappresentava tutta la gamma del Cantiere, dalle barche “classiche” a quelle di ultima generazione prodotte con le tecnologie più innovative.
“Siamo molto contenti per la riuscita dell’evento e per l’entusiasmo dei nostri armatori e di tutti i velisti venuti a Punta Ala da tutta Europa per festeggiare questo importante traguardo del Cantiere”, dice Federico Minoli, AD del CdP. “E’ un segno della fidelizzazione che riusciamo a creare intorno al brand”.
L’evento è stato caratterizzato da un’atmosfera amichevole e rilassante, agevolata dall’ospitalità dello Yacht Club e dal Marina di Punta Ala.
Il Grand Soleil Trophy ha avuto con sé Partner di grande prestigio: Technogym, Nespresso, North Sails, Cesarini-Sforza, First West, Castello di Ama, Selma Bipiemme Leasing del Gruppo Bancario Mediobanca, Bamar, Velamania, Race Nautica Marine, OPI Nail Art, Rancè e HC Cosmetics.
 

Share