I Distretti in soccorso alla Nautica

Il Distretto della Nautica Lazio finanzia 58 progetti, il Distretto del Mare delle Marche 39 imprese.

Cinquemilioni di euro stanziati, 58 progetti presentati dalle imprese nautiche per untotale di 15 milioni di investimenti imprenditoriali. Sono i numeri del primobando regionale a favore del distretto industriale della nautica, le cuiistruttorie sono state portate a termine nei giorni scorsi da Sviluppo Lazio. Locomunica l’Assessore alla piccola e media impresa, commercio e artigianatoFrancesco De Angelis. ”Il bando della legge regionale 36/2001 sulla nautica,spiega De Angelis, ha riscosso un grande successo tra le imprese del settore,molte delle quali si sono aggregate presentando progetti di filiera. I fondipubblici hanno moltiplicato gli investimenti delle imprese, contribuendo afinanziare attività di innovazione, formazione, ricerca e sviluppo ”. ”Inoltre- ha ripreso l’Assessore – attraverso la formula dei ‘progetti di sistema’, perfinanziare i quali abbiamo stanziato 1,5 milioni di euro, la Regione haincoraggiato la collaborazione tra enti locali, soggetti pubblici, università eimprese, che hanno avviato nella nostra regione azioni di sviluppo integrateper lo sviluppo dell’economia del mare”.

Ricerca,innovazione, infrastrutture, formazione. Sono i fattori di competitivitàindividuati ieri con gli imprenditori del settore e gli amministratori localinel corso della riunione del Comitato direttivo del Distretto del Mareconvocato dall’assessore alle attività produttive Fabio Badiali per fare ilpunto sulla situazione del comparto. “Il contesto economico è rapidamentemutato – ha detto l’assessore Badiali – ed anche il comparto della nauticacantieristica e della filiera ad esso connesso non sono immuni dalla crisieconomica che è attualmente in atto. Tuttavia attivando i fattori dicompetitività individuati per sostenere il nostro sistema produttivo possiamopuntare alla tenuta e allo sviluppo dell’intero comparto”. In particolare perquanto riguarda la ricerca e l’innovazione è stato fatto il punto sullo statodi attuazione del bando della nautica. Dodici i progetti presentati. Quelli chehanno superato la fase di ammissibilità sono risultati 11 con un coinvolgimentocomplessivo di 39 imprese (tra cui 4 grandi imprese), tutte raggruppate in ATI,e poco meno di 900 addetti corrispondenti. Il valore complessivo dellaprogettazione ammonta a 4.517.000 euro per una richiesta di contributocomplessivo di 2.239.000 euro. I progetti ora passano al vaglio dellaCommissione tecnica e per marzo sarà pronta la graduatoria definitiva e sarannodisponibili le risorse. Inconclusione Badiali ha ricordato la manovra anticrisi predisposta dalla Regionenell’ambito del bilancio 2009 a favore di tutte le imprese e ovviamente anchedella nautica. Un piano, basato su un Fondo di solidarietà e un Fondo digaranzia per le imprese. Con il primo si difendono i rapporti di lavoroesistenti con i contratti di solidarietà, si offre sostegno al reddito dellefamiglie colpite dalla crisi lavorativa, si consolida la tutela sociale. Con ilFondo di garanzia, si attivano interventi di garanzia a favore delle PMI ditutto il territorio delle marchigiano sia per il sostegno del debito che pergli investimenti orientati all’innovazione.

Share