I porti danno i numeri

Presentata la terza edizione del Rapporto sul Turismo Nautico, l’analisi ha riguardato i dati di delle strutture portuali nell’ultimo quinquennio, la  gestione dei porti turistici e l’impatto economico del diporto. E’ stata presentata mercoledì 28 marzo a Milano la terza edizione del Rapporto sul Turismo Nautico. Il rapporto, a cura dell’Osservatorio Nautico Nazionale, analizza in modo puntuale i riflessi che il turismo nautico genera a livello territoriale, ambientale, produttivo ed economico. In particolare il Rapporto annuale, che contiene le analisi riferite allo stato di salute dei turismi dell’acqua e della nautica.

Nel corso della presentazione, condotta dal professor Gian Marco Ugolini dell’Università degli Studi di Genova, sono state analizzate tre tematiche principali: l’evoluzione delle strutture portuali nell’ultimo quinquennio, la gestione dei porti turistici, l’impatto economico del diporto.

Nel corso della presentazione è stato inoltre presentato il NaQI – Nautical Quality Index, il primo indice che misura la qualità nautica delle province costiere italiane sulla base di 4 indicatori: l’offerta territoriale di porti e posti barca, la qualità dei servizi portuali, la presenza di altri turismi del mare e l’accessibilità stradale e il rapporto tra i posti barca disponibili e il numero di diportisti che gravitano su quel territorio.

Share