Il nuovo porto? Pensato per la Coppa America

{mosimage}La confidenza dell’architetto Napolitano sul futuro dell’arsenale. Torna l’ipotesi Aga Khan
LA MADDALENA. «Quando ho disegnato il porto dell’arsenale, ho lavorato seguendo una precisa direttiva: finito il G8, quell’aerea deve essere pronta per un grande evento sportivo. E così sarà». Gabriele Napolitano è l’architetto della possibile Coppa America. Ha spiegato la filosofia delle sue scelte progettuali ad alcuni amministratori maddalenini, poco prima del vertice decisivo con Berlusconi. E non ha nascosto che La Maddalena sarà pronta a ospitare la più importante gara velica del mondo. Sempre che Bertarelli vinca l’edizione del 2009 e opti per l’Italia per la difesa del titolo. «Naturalmente, Coppa America o no, il porto che nascerà dentro l’arsenale sarà in grado di dare un forte impulso all’economia» ha precisato Napolitano.

Romano, l’architetto conosce benissimo La Maddalena: fin da piccolo, passava le vacanze nell’isola, la sua famiglia è molto legata a quella degli Amendola, cognome storico della sinistra. Proprio come l’altro architetto dell’arsenale, Stefano Boeri, da sempre frequentatore dell’arcipelago (la madre, Cini Boeri, ha realizzato alla Maddalena due ville che sono ancora un esempio di buona architettura). Guido Bertolaso ha affidato a Napolitano l’incarico di progettare il media center, più area catering, e il porto, più cantiere nautico. Alla fine verrà edificata una struttura che, unita all’albergo di Boeri, farà della Maddalena un polo turistico complementare a quello della Costa Smeralda. Una prospettiva che, complice la Coppa America nel 2011, potrebbe far tornare l’interesse dell’Aga Khan e di un socio illustre del suo yacht club, Ernesto Bertarelli, proprietario di Alinghi.

Karim ha manifestato più volte l’intenzione di investire alla Maddalena, e l’ha confermata proprio a Soru durante un vertice tenuto a Cagliari un anno fa. Da allora, non ci sono stati più contatti. Ambienti dell’Aga Khan hanno fatto sapere che il dossier è stato momentaneamente accontonato, vista l’incertezza sui tempi dei lavori e sulla loro effettiva realizzazione. «Aspettiamo che il quadro sia chiaro» aveva detto una fonte vicina a Karim, mesi fa. Dopo il via libera di Berlusconi e l’impegno di Bertolaso («si farà tutto»), l’Aga Khan potrebbe ora riaprire il il fascicolo "arsenale, Maddalena".

(30 giugno 2008) – La Nuova Sardegna
Share