Il Vasco nazionale con Matador

A Marsiglia va in scena la seconda tappa valida per il circuito Audi Med Cup 2010, la Champions League della vela. Alla fine della prima giornata di regate, gli americani di Quantum racing conducono in testa a pari merito con Matador, l’innesto di Vasco Vascotto ha dato subito dei frutti “belli succosi” creando quel giusto mix al fianco di Guillermo Parada e Francesco Bruni.
Tre prove con vento intorno ai 10/12 nodi d’intensità per tutta la giornata, con salti insidiosi, veri rompi capo x tattici e strateghi. Nella prima manches gli spagnoli di Bribon vanno a vincere un macht vibrante in gran spolvero i franco-tedeschi di Audi A1, capitanati dall’inossidabile Jochen Scheuman. Matador è terzo: chi ben comincia …

Seconda prova, stesso copione per Matador, il terzo posto significa regolarità, forza e affiatamento, vince Quantum, in fase con il vento dal primo bordo. Sinergy gioca il jolly e battaglia sino alla fine con gli americani, per pochi metri è secondo, la classifica ora parla argentino.

Il comitato di regata manda in scena anche la terza prova, vento da 180° in calo, Quantum sembra avere una marcia in più con queste “arie leggere”.

“E’ stata una buona giornata, la barca è molto veloce e c’è feeling tra i ragazzi del team – sono le parole di Vasco Vascotto, stratega di Matador – con Checco siamo in perfetta sintonia e tutto il gruppo ha portato bene la barca in una giornata strana, il maltempo ha lasciato instabilità e questo ha creato dei salti di vento difficili da interpretare, siamo contenti della classifica e dei risultati.”

La classifica dopo 3 regate:
1. Quantum Racing (USA), 8+1+1=10 punti
2. Matador (ARG), 3+3+4= 10
3. Audi A1 powered by ALL4ONE (FRA/GER), 2+9+2= 13
4. Cristabella (GBR), 6+4+3= 13
5. Bribón (ESP), 1+8+8= 17
6. Synergy (RUS), 9+2+6= 17    
7. TeamOrigin (GBR), 4+7+7= 18
8. Luna Rossa (ITA), 5+5+10= 20  
9. Emirates Team New Zealand (NZL), 10+6+5= 21
10. Artemis (SWE), 7+11(RAF)+9= 27  
11. Bigamist 7 (POR), 12(DNC)+12(DNC)+12(DNC)= 36

Share