Stampa

C-Catamarans si tinge di Little Italy

on .

Giovandomenico “Joe” Valia, americano di origini italiane, è l'imprenditore che entrando nella compagine societaria di C- Catamarans darà un nuovo impulso al cantiere nella produzione dei nuovi modelli, puntando sull’alto di gamma. Dopo aver presentato la linea di catamarani, studiata per inserirsi  nelle fascia più trend del mercato nautico del Mediterreaneo e per avere la caratteristica di velocità decisamente superiori alla media dei multiscafi da crociera, C- Catamarans amplierà presto la gamma delle imbarcazioni in acqua. 4 sono i C-Cat 37 che hanno già preso la via del mare, ma i prossimi saranno il Fisherman Power Cat, 38 piedi dedicato alla pesca, che ha già un acquirente negli Stati Uniti, e ancora un C - Cat 37 a vela che prenderà parte alla prossima ARC . Nel contempo il cantiere lavorerà su progetti di imbarcazioni più grandi, compreso un monoscafo di 45 metri, anche questo su specifica richiesta di un armatore internazionale.

 

L'apporto del nuovo socio, grande appassionato di barche e navigazione, con due giri del mondo a vela alle spalle di cui il primo su un vecchio 13 metri quando non aveva ancora 18 anni, sarà  anche sull' apertura di nuovi mercati internazionali: oltre agli Stati Uniti anche Hong Kong , India e il Medio Oriente implementando così l’area di mercato di C-Catamarans. Joe Valia è un giovane imprenditore che a soli 22 anni, da broker finanziario a Wall Street, ha messo a segno un colpo da maestro in borsa e ricavando quanto necessario per una vita tranquilla, e con i primi soldi ha comprato una barca a vela per stare in mare cinque anni.  Nel corso degli anni ha aperto start up e continuato a lavorare nel mondo della finanza, ma sempre seguendo la passione per il mare con imbarcazioni a motore o a vela. 

L'incontro tra C-Catamarans e  Valia, ha fatto scattare la molla “ è una questione di chimica” dice Joe “ impersona la mia filosofia. Amo fare le cose per passione”. Valia nel frattempo ha avuto modo di frequentare il Cantiere e di appassionarsi sempre di più ai progetti e ha inteso creare una partnership per ridare smalto alla produzione puntando fin da subito anche sui modelli più grandi.

Il Cantiere renderà noti i programmi legati alla produzione nel prossimo salone nautico di Duesseldorf.