Economia

Stampa

Il Made in Italy nel mondo grazie alla nautica

on .

C'è un settore in cui l'Italia ancora fa la differenza. Un settore di eccellenza di cui tutti potremmo vantarci, addetti e non. Sicuramente un settore che va spiegato alla politica italiana perché è un veicolo di reputazione: la nautica italiana. Questo è quanto emerge da un convegno organizzato dalla Confindustria. Si è tenuto infatti a Milano, presso il MUDEC Museo delle Culture, la presentazione dell’edizione 2017 di “Esportare la dolce vita”, la pubblicazione annuale che il Centro Studi di Confindustria e Prometeia, con la collaborazione di Istat e il contributo di FederlegnoArredo, Confindustria Alberghi, Federalimentare, Federorafi, Sistema Moda Italia, Assocalzaturifici, ANFAO e UCINA Confindustria Nautica, elaborano per aiutare le imprese del «bello e ben fatto» italiano (BBF) a orientare le strategie di penetrazione nei mercati esteri. Dall'analisi dei contenuti e dei numeri della pubblicazione emerge come il prodotto barca sia unico e rappresenti una vera e propria “vetrina mobile” in grado di veicolare nel mondo una grande varietà di prodotti del BBF, come il design e lo stile del made in Italy, la tecnologia, gli arredi, gli elementi tessili, e gli accessori.  Leader in Europa e nel mondo, il settore della nautica made in Italy assume, perciò, un ruolo di rilievo strategico per la diffusione del Bello e Ben Fatto a livello globale.

Stampa

Noleggio occasionale, oggi si fa con la App

on .

Nautica: un portale e una app per noleggio barche diporto RemyApp per incontro domanda e offerta secondo sharing economy. Nasce a Nordest una piattaforma on line per la 'sharing economy' legata alla nautica, finalizzata all'incontro tra domanda e offerta di noleggio di imbarcazioni da diporto"RemyApp.it" - questo il nome del servizio - nasce sull'onda del successo di servizi come Airbnb, Bla Bla Car e Gnammo, applicato al settore nautico, che in Italia conta 600 mila barche, 689 porti, 7.600 chilometri di costa e 800 isole. Facilita il noleggio occasionale di barche e super yacht tra privati, riunendo in un solo portale web tutti gli elementi necessari. I servizi sono fruibili da un sito gratuito o da una app, in quattro lingue, dove gli armatori possono proporre il noleggio della propria  imbarcazione agli utenti della rete. Confermata la prenotazione, i servizi di Remy sono accessibili per rendere il noleggio occasionale nel Mediterraneo un'esperienza sicura.

Stampa

Protesta UCINA per il rischio lavoro nel settore

on .

UCINA CONFINDUSTRIA NAUTICA e ITALIAN YACHT MASTERS: UFFICIALI DI NAVIGAZIONE, IMPENSABILE RIMANDARLI TUTTI A SCUOLA. LA CIRCOLARE EMANATA DALLE CAPITANERIE PREVEDE L’APPLICAZIONE RETROATTIVA DELL’INTEGRAZIONE DEI PROGRAMMI SCOLASTICI. E’ stata pubblicata dal VI Reparto del Comando Generale delle Capitanerie di porto la circolare sui titoli marittimi che prevede, pena il mancato rinnovo dei certificati che abilitano alla professione, il ritorno sui banchi di scuola per un corso di 300 o 500 ore. Questa drastica soluzione è stata motivata dal fatto che, dopo averli diplomati, anche molti anni fa, è stata rilevata l’incompletezza dei programmi formativi. Questa disposizione rischia di far perdere l'imbarco a migliaia di ufficiali e comandanti ponendoli in una situazione che, se è difficile per tutti i marittimi, è molto seria per quelli del settore yachting, che vedono la loro stagione lavorativa compressa nei soli sei mesi estivi, saltando i quali rimarrebbero senza lavoro per l’intero anno. Salvo l’evidente probabilità di essere definitivamente rimpiazzati.

Stampa

Il design italiano nel mondo? Membri di Ucina

on .

UCINA CONFINDUSTRIA NAUTICA: LE AZIENDE ASSOCIATE AMER YACHTS E F.LLI RAZETO & CASARETO SELEZIONATE DALLA FARNESINA PER RAPPRESENTARE IL DESIGN ITALIANO NEL MONDO. UCINA NEL PANEL DELLE ASSOCIAZIONI INDUSTRIALI DI RIFERIMENTO PER L’ORGANIZZAZIONE DELL’INIZIATIVA PROMOSSA DAL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI Si è chiusa ieri a Madinat al Kuwait con la relazione di Barbara Amerio di Amer Yachts – Permare ricevuta dall'Ambasciatore Giuseppe Scognamiglio, la prima edizione dell’Italian Design Day, la giornata dedicata al design italiano organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale che ha coordinato 100 eventi in 100 città in tutto il mondo con cui promuovere, a livello globale, i prodotti del Bello e Ben Fatto italiano e del Made in Italy.