Oceano

Stampa

Australia di nuovo nel cuore della VOR

on .

Ci sarà un regalo in più sotto l'albero degli appassionati della Volvo Ocean Race il prossimo Natale: la città australiana di Melbourne che è stata aggiunta come sede di tappa addizionale alla rotta dell'edizione 2017/18, che partirà dal porto spagnolo di Alicante il prossimo ottobreLa variazione della rotta 2017/18 è stata annunciata venerdì 27 gennaio nella città australiana. Australia che, con questa tappa, raggiungerà quota otto nella storia del giro del mondo a vela in equipaggio. La regata, inoltre, tornerà a Melbourne dopo oltre dieci anni. Si tratterà di uno stopover compresso, Melbourne si inserisce fra Città del Capo e Hong Kong, che completa la rotta, lunga oltre 45.000 miglia e che vedrà gli equipaggi percorrere un numero record di miglia nei pericolosi oceani meridionali: ben tre volte più che nelle passate edizioni. La Città del Capo/Melbourne sarà la terza tappa della regata, assegnerà punti doppi e sarà lunga 6.300 miglia. Melbourne ospiterà l'evento per una settimana ma non ci saranno In-Port Race, prima della ripartenza per la quarta tappa con destinazione Hong Kong.

Stampa

HH celebra il #record di Coville #oceano

on .

Domenica 6 novembre 2016, Thomas Coville ha iniziato il suo quinto tentativo di record  a vela intorno al globo senza scali o assistenza. La mattina prima di salpare, composto e determinato al successo, Thomas Coville era convinto che questa volta sarebbe stata quella giusta. Dopo quattro tentativi di record precedenti, era sicuro che la sua esperienza e perseveranza sarebbe  stata premiata nell’avventura che lo attendeva. Poco prima della  partenza, il velista  era ottimista  per le condizioni meteo a suo favore nella prima parte del suo viaggio ed era davvero carico. Thomas non è nuovo ai record poichè nel 2008 ha battuto il record attraversando l'Atlantico del Nord da solo nel 2016,  è stato il primo velista a percorrere oltre 700 miglia in meno di 24 ore. Fornitore ufficiale da lungo tempo di questo grande professionista della vela, Helly Hansen è davvero orgogliosa di aver supportato Thomas con i suoi capi tecnici in tutti i suoi  record e di averlo protetto vittoria dopo vittoria.

Stampa

La Maserati continua a volare sull'acqua

on .

Maserati Multi70 vola verso l’oceano tra innovazione e sperimentazione. Giovanni Soldini e il Team di Maserati Multi70 pronti a tornare in oceano sul primo trimarano al mondo con piano portante sulla deriva che ha stabilità di volo. La rivoluzione in atto nel mondo dei multiscafi volanti passa per la sfida appena lanciata da Giovanni Soldini e il Team del trimarano Maserati Multi70, pronto ad affrontare la stagione agonistica 2016.  Dopo mesi di prove, Maserati Multi70 è il primo trimarano al mondo che ha stabilità di volo navigando sul piano portante della deriva centrale, inaugurando così una nuova era sulla via dell’innovazione e della sperimentazione.  Maserati Multi70 mette in pratica l’idea del progettista Guillaume Verdier e del suo Team (che hanno lavorato alle modifiche sulle appendici, ndr) di volare sulle onde appoggiandosi su tre punti sfruttando il piano portante di deriva, un foil a L e un timone, anziché due timoni e un foil come avviene sui cat di Coppa America. «Il nostro obiettivo è navigare in mare aperto e la soluzione adottata su Maserati Multi70 ci fa volare su tre punti appoggiandoci su due piani portanti in centro barca (deriva e foil a L) e utilizzando il timone di poppa per stabilizzare l’asse longitudinale. Noi siamo i primi a provare che con quest’assetto è possibile volare a velocità adrenaliche. Anche con mare formato». Fin dall’inizio di luglio, il Team di Maserati Multi70 si è lanciato in una sfida appassionante quanto complessa: trasformare Maserati Multi70 (ex Gitana) nel primo trimarano volante che metta le prue sugli oceani. Un progetto ambizioso che porta con sé un grande lavoro fatto da Guillaume Verdier e oltre 4000 miglia navigate quest’estate da Giovanni Soldini e dal suo Team.

Stampa

Team AkzoNobel will be the first

on .

Il primo team ad annunciare la sua presenza sulla linea dello start è sponsorizzato da AkzoNobel, azienda leader a livello mondiale nel campo delle vernici con base ad Amsterdam in Olanda, con un organico di circa 45.000 dipendenti nel mondo e conosciuta per marchi come Dulux, Sikkens, International, Interpon e Eka. Skipper al debutto nel ruolo, ma non al giro del mondo che ha già corso due volte, sarà l'olandese Simeon Tienpont. Il velista dei Paesi Bassi, ha fatto parte di un equipaggio della Volvo Ocean Race per la prima volta nell'edizione 2005/06 con ABN AMRO TWO, tornando poi nel 2015 per le ultime due tappe a bordo di Team Vestas Wind e si è detto entusiasta di essere alla guida del team olandese. “Sono onorato e molto felice di essere lo skipper di Team AkzoNobel,” ha dichiarato Tienpont, 34 anni, che molti ricorderanno anche vincitore della Coppa America a bordo di BMW Oracle Racing nella 33ma edizione e di Oracle Team USA nella 34ma e che ha una carriera velica di altissimo livello. “Siamo entrambi molto concentrati sull'ottenere buone prestazioni e condividiamo la stessa passione per il successo, non vedo l'ora di navigare.”