Jumbo Grandi Eventi ricade nelle indagini

Già nel 2009 la Jumbo Grandi Eventi di Rossella Bussetti era finita nei guai per gli appalti dei Mondiali di Nuoto di Roma. Ora il suo nome appare nelle indagini della Coppa America di Napoli. Nel sistema di Graziano, ex capo di Confindustria Napoli, la principale beneficiaria era Rossella Bussetti della Jumbo. Nell’indagine per associazione a delinquere sono coinvolti Caldoro, de Magistris, Cesaro: per loro l’accusa però è di abuso d’ufficio. Da Il Fatto Quotidiano – C’è una telefonata che più delle altre ha insospettito gli investigatori dell’inchiesta sull’America’s Cup a Napoli. Parte dal cellulare di Paolo Graziano nella notte tra il 6 e il 7 marzo 2012. L’ex capo degli industriali partenopei, regista con pieni poteri dell’organizzazione della kermesse che si svolgerà nel mese successivo sul lungomare di via Caracciolo, discute con un avvocato di un intoppo nella gara d’appalto per l’allestimento del villaggio sportivo. La stazione appaltante è il Comune e il bando stabilisce la presentazione di almeno due offerte per procedere. Ma ne è arrivata, valida, una sola. “Allora, scusa – propone Graziano – diamola a quella che ha vinto la nostra e non se parla più”. “La nostra” è la gara per la concessione del servizio di raccolta delle sponsorizzazioni. Bando di competenza di Acn (America’s Cup Napoli), la società di scopo creata da Comune, Provincia e Regione con l’Unione Industriali per coordinare l’evento velico, di cui Graziano è amministratore. Peccato che l’appalto delle sponsorizzazioni verrà assegnato alle 15 del 13 marzo successivo. Sei giorni dopo la telefonata. 

 

 

Da Il Fatto Quotidiano – A un consorzio temporaneo d’imprese composto dalla mandataria Jumbo Grandi Eventi spa, da Film Master Events srl (azienda di un gruppo in cui figurano Aurelio De Laurentiis, Diego Della Valle e Luigi Abete, ndr) e da Infront Italy srl. “Si appalesa sempre più chiara la circostanza che la gara sia stata gestita con procedure irregolari, atteso che si conosce il suo vincitore ancor prima dell’espletamento della formale procedura di aggiudicazione – si legge in un’informativa del Nucleo Tributario della Guardia di Finanza di Napoli all’attenzione dei pm Graziella Arlomede e Marco Bottino – e non può essere rubricato come una semplice coincidenza il fatto che entrambe le gare, sia quella di Acn che quella del Comune, hanno visto vincitore il medesimo raggruppamento”.

Share