La Centomiglia agli inglesi, ottime le stelle olimpiche

  Trionfa “Full Pelt”, per la prima volta una barca di Sua Maestà britannica vince la Centomiglia del Garda e precede i favoriti italiani di Clandesteam, imbarcazione gardesana guidata da Roberto Benamati. “Full Pelt” iscrive così il suo nome nell’albo d’oro del Trofeo Conte Bettoni, giunto quest’anno alla sua 59°edizione. L’equipaggio era affidato alla guida degli olimpionici Jo Richards e Peter Alam, ora a Los Angeles nel 1984.
Un fortissimo vento di oltre 40 nodi ha costretto questa mattina gli organizzatori a rinviare di un’ora la partenza, avvenuta comunque alle 9.30 con 35 nodi di vento e sole 64 imbarcazioni (sulle 324 iscritte) che hanno deciso di sfidare un lago di Garda stamattina particolarmente “cattivo e arrabbiato”: da registrare che un paio di imbarcazioni scese in acqua avevano disalberato proprio prima del via.
Nel pomeriggio invece condizioni ideali sul campo di regata, in una giornata che già dalla tarda mattinata si era rivelata splendida per veleggiare, con un vento che variava tra i 10 e i 15 nodi.
“Oggi più che mai il lago di Garda ha tenuto fede alla sua fama di Parco del Vento -ha commentato il Vice Presidente del Consiglio regionale Enzo Lucchini, presente alla manifestazione essendo Regione Lombardia tra gli enti sostenitori della competizione-. Vedere gareggiare in queste condizioni è uno spettacolo straordinario, che sa regalare emozioni uniche e inevitabilmente contribuisce a fare della vela e del lago di Garda una delle più straordinarie attrazioni turistiche che può vantare la Lombardia, come hanno confermato del resto le migliaia di persone presenti oggi alla partenza e lungo il percorso”.
Molte le personalità politiche presenti, dal Ministro all’istruzione Maria Stella Gelmini al presidente della Provincia di Brescia Daniele Molgora, unitamente a parlamentari, Consiglieri regionali e provinciali, nonchè ai sindaci delle località gardesane, guidati dal sindaco di Gargnano Franco Scarpetta.
“Siamo ancora una volta orgogliosi di avere tenuto fede nel modo migliore alla tradizione di questa gara -ha evidenziato soddisfatto il presidente del Circolo Vela Gargnano Lorenzo Rizzardi, organizzatore della Centomiglia-. Il forte vento di questa mattina ha purtroppo pesantemente condizionato il numero dei partenti, ma ha accresciuto il fascino e l’interesse degli spettatori e della gente per la gara. Ora ci prepariamo alla prossima edizione, la 60°, un anniversario in occasione del quale contiamo di regalare significative novità”.
Numerose le iniziative che quest’anno hanno fatto da contorno alla Centomiglia, sia in campo culturale e artistico che in quello enogastronomico, dove soprattutto le degustazioni del Chiaretto gardesano offerte da Redaelli-De Zinis sono state particolarmente apprezzate.
Dando uno scorcio alle classifiche, il Trofeo Regione Lombardia è andato ai veneti di “Nikita” di Dario Mamone (centro Nautico di Bardolino), il trofeo Comune di Gargnano al “Gio Disaster” dello skipper Marco Schirato (Circolo Vela Gargnano), il Trofeo Giorgio Zuccoli della “MultiCento” agli svizzeri Bernsdorf e Di Chiara che correvano a bordo di un catamarano Tornado.
L’imbarcazione “Stelle d’Italia – Stelle Olimpiche” con a bordo anche la nuotatrice Alessia Filippi e la medaglia d’oro nella vela (classe Tornado) Larissa Nevierov è giunta seconda nella sua categoria, al timone la giovane Giulia Conti reduce dal mondiale 470 e dal mondiale Laser SB3.

Share