La Centomiglia mai come quest’anno

Oggi pubblichiamo volentieri un comunicato dell’ufficio stampa della Centomiglia che riassume i risutlati dell’evento. Con piacere vorremmo sottolineare come il successo sia dovuto anche ad un ufficio stampa che metta la passione insieme alla professionalità. Raramente capita di vedere per un evento velico un numero di comunicati così alto….nemmeno negli eventi Rolex e di questo occorre dare atto che nei paraggi di Brescia hanno fatto un ottimo lavoro.

GARGNANO (Brescia – lago di Garda) – Centomiglia memorabile quella che si è disputata  nelle acque del Garda e conclusasi domenica mattina  alle 6 e mezza con l’arrivo dell’ultimo concorrente, il cabinato “Giò”. Un vento di 40 nodi ha costretto gli organizzatori della 59a edizione a rimandare la partenza di un’ora e solo un terzo della grande flotta di 300 iscritti è scesa in acqua. Primo assoluto sul traguardo di Bogliaco è stato Full Pelt, classe Libera progettato e portato dall’olimpionico britannico Jo Richards : è la prima volta che una barca inglese s’impone nella più famosa regata europea in acque interne. A bordo di Full Pelt c’era un anche un giovane gardesano, Leonardo Larcher. 78 (più 7 multiscafi) le imbarcazioni che hanno concluso la maratona velica, caratterizzata nel pomeriggio da venti medio-leggeri. Se Full Pelt si è imposto nel Gruppo 1 e ha vinto il Trofeo Conte Bettoni, è stata Nikita(Crociera A), il J-122 del veronese Dario Mamone a conquistare il primo posto nel gruppo 2 e quindi il Trofeo Consiglio della Regione Lombardia, superando per soli cinque minuti Baraimbo, l’Ufo OD di Matteo Vanetti della Fraglia di Desenzano. Ottima la prestazione di Giò Disaster, il migliore della classe Protagonist: la barca timonata dal bresciano Marco Schirato (CV Gargnano) ha dominato il Gruppo 3, aggiudicandosi il Trofeo Comune di Gargnano. Tra i cabinati impegnati sul percorso più lungo ha vinto Ines Biesse di Oscar Tonoli mentre il primo Asso 99 è stato Anonimo di Beppe Cavalli. Nella Multicento – riservata ai multiscafi – ha prevalso il Tornado degli svizzeri Stefano Bernsdorf  e Martin Rusterholz.

Per le altre classi: Crociera C ad imporsi è stata Carolina 2a timonata da Giancarlo Baj del CV  Sarnico, per i Crociera D Blue Shark di Riva del Gardae, per la E Rosi. Per la categoria Fun, unico a scendere in acqua, Funatica di Federico Quecchia (CVT Maderno). Per i Crociera F Dragon Fly, per i Libera Classica Cassiopea mentre per i Surprise il migliore è stato Miao Miaoo del CV Sarnico. Tra i Mista Monotipo Classici Arcadia 2 , tra gli Ufo 22 Turboden, tra i Dolphin81 La Rossa & Co. Per i Mono proto “B” Wasserratz, mentre per i “C” Allianz Longtze. In fine per la classe J80 Graffio e AssoEvo tra gli AssoEvolution.

Piazzetta di Bogliaco gremita e festante nel pomerggio per le premiazioni. Ora il Circolo Vela Gargnano, club organizzatore, inizia già a lavorare alla 60° Centomiglia che oltre alla regata sarà ricchissima di eventi e manifestazioni di contorno.

Per tutti i risultati completi consultare il sito: www.centomiglia.it

 
Ufficio CVG 2009

 

 

Share