La FIV in X zona a supporto della comunicazione degli atleti, per veicolare il territorio

Vincenzo Graciotti guida la Federazione Italiana Vela in X zona, cioè le Marche. E’ stato eletto con idee molto chiare su quello che c’è da fare per promuovere la vela, i circoli, i velisti, soprattutto quelli giovani. Per questo motivo ha studiato una formula per la quale l’ufficio stampa centralizzato aiuti le giovani promesse a comunicare nel migliore dei modi e se necessario veicolare le aziende del territorio marchigiano. Lo abbiamo intervistato nelle settimane scorse e durante la conversazione sono usciti numerosi spunti di cui, in questo articolo, sveliamo l’idea di comunicazione centralizzata.

ASCOLTA GRACIOTTI OSPITE DEL PODCAST DI SAILBIZ

Spesso si parla di quanto e come comunicare la vela; è un tema che hanno le federazioni, le classi veliche, i circoli, ma anche i velisti, soprattutto i giovani velisti che si affacciano al mondo dell’agonismo. L’attività deve essere supportata oltre che da mamma e papà possibilmente anche da uno sponsor e per questo è necessario dotare i ragazzi della cassetta degli attrezzi della comunicazione queste giovani promesse. Vincenzo Graciotti, presidente della Federazione Italiana Vela X zona ci ha raccontato la sua idea di sviluppare un servizio centralizzato di ufficio stampa a disposizione degli atleti di zona.

Il presidente Graciotti sta quindi sperimentando l’idea che la Federazione sia una piattaforma di comunicazione per gli atleti e sia un veicolo verso le aziende del territorio marchigiano che vogliano investire nei valori della vela identificando una giovane promessa su cui puntare e magari scommettere che diventi un’atleta di caratura nazionale e perché no di interesse per la nazionale, di fatto veicolando la propria immagine al di fuori dei confini regionali. Sentiremo ancora Vincenzo Graciotti che ha molte idee sulla crescita dello sport della vela.

ASCOLTA IL PODCAST DI SAILBIZ