La nave più grande del mondo

Shell ha annunciato di voler costruire la prima piattaforma galleggiante per l’estrazione di gas naturale sottomarino. Questo gigante da 600.000 tonnellate, lungo 488 metri, alto 105 e largo 75 si potrà a tutti gli effetti considerare la più grande nave mai costruita e sarà ancorata a Prelude Field, 200 km al largo della costa occidentale australiana. a costruzione, che terminerà nel 2017, ha preso il via presso le Samsung Heavy Industries sull’isola di Geoje, Corea del Sud. Una volta pompato nei serbatoi della piattaforma e raffreddato a -161 gradi, il gas verrà trasferito su una grande nave gasiera che trasporterà a terra combustibile sufficiente per riscaldare la città di Londra per una settimana.

di Cristina de’ Dionigi

 

Lo scafo della piattaforma è progettato per durare più di 50 anni e l’intero progetto avrà un costo stimato tra gli 8 e i 15 miliardi di dollari. Una delle sfide maggiori ha dichiarato Neil Gilmour, General Manager di Shell – è stata quella di garantire la sicurezza della piattaforma anche quando sottoposta alle severe condizioni meteo tipiche della zona in cui si trova Prelude Field. Per questo la nave è stata progettata per resistere ad uragani di categoria cinque e ad onde di venti metri.

Questo non ha però dissipato i timori degli ambientalisti, particolarmente preoccupati della possibilità di perdite di greggio. Il WWF ha inoltre obiettato che pozzi e condutture sottomarine danneggeranno irrimediabilmente l’ambiente tropicale ed ha stimato che questo progetto causerà ogni anno più di 2 milioni di tonnellate di emissioni di gas serra. Mr. Gilmour non si è scoraggiato e, intenzionato a sfruttare la numerose riserve di gas naturale che si trovano sul fondo degli oceani, ha già dichiarato che questa nave – ancora senza nome – sarà solo la prima di molte.


Share