La pesca sportiva come volano economico

La pesca è, da sempre, una delle attività principali che ha accompagnato l’evoluzione dell’uomo, influenzandone lo sviluppo e finanche la caratterizzazione dell’habitat, in un indissolubile legame che unisce la vita al mare. I mutamenti negli assetti produttivi ed economici globali hanno gradualmente contribuito a modificare questo rapporto, trasformando la pesca da attività fonte di approvvigionamento alimentare e per gli scambi commerciali ad iniziativa con numerose ed articolate sfaccettature, che dispiega i suoi effetti sugli aspetti alimentari e commerciali, certamente, ma anche e sempre più su quelli ambientali, territoriali, sportivi, del tempo libero, finanche dello sviluppo del turismo e delle economie locali. La pesca, infatti, ha alimentato vere e proprie filiere di servizi, per gli aspetti sportivi innanzitutto, ma anche per quelli professionali e della cosiddetta “pesca-turismo”, laddove aziende di pescatori si sono reinventate in attività a supporto del turismo basate sulla
divulgazione della cultura e dell’esperienza diretta della pesca. Si aprono, dunque, oggi per gli amministratori locali e per gli operatori coinvolti nuove interessanti possibilità, che vedono nel momento della regolazione, della formazione e della sicurezza alcune delle fasi strategiche da
considerare e affrontare in maniera consapevole ed adeguata.

Su questi argomenti si confronteranno autorevoli operatori del settore e le principali istituzioni competenti, con l’obiettivo di approfondire i diversi aspetti e di rilanciare il tema della pesca, nel corso della Tavola Rotonda organizzata dal Club Nautico di Roma. Il target di invitati all’iniziativa saranno gli operatori del comparto, con particolare riferimento all’area regionale laziale, nonché la stampa di settore, locale e
nazionale e tutti gli organismi pubblici e privati coinvolti, ai diversi livelli di interesse.
Share