La Regione ha vanificato il lavoro della Provincia di Trapani

SailBiz, a seguito dell’annuncio da parte dell’OC Sport che la tappa di Trapani dell’Extreme Sailing Series è stata annullata, ha contattato l’assessore alla comunicazione e al turismo della Provincia di Trapani, Cettina Spataro, per capire le ragioni dietro le quali è arrivata la decisione di annullare l’evento. Ecco la dichiarazione ufficiale – Regione insipiente ci fa perdere un grande appuntamento con la vela internazionale. Spataro (PdL): «il caos organizzativo ed amministrativo alla Regione vanifica gli sforzi per portare e poi tenere Trapani al centro del mondo della vela e della ribalta internazionale». «Esprimo a nome mio personale e dell’intero partito tutto il rammarico per la decisione presa dall’OC Sport di annullare la tappa degli Extreme Sailing Series in programma dal 13 al 16 settembre a Trapani. Una decisione, invero, inevitabile e legittima da parte di Mark Turner e degli organizzatori che non hanno trovato adeguato e puntuale riscontro presso la Regione Siciliana degli impegni contrattuali che erano stati presi.

Ho seguito personalmente la vicenda da assessore al Turismo e non posso fare a meno di essere critica, almeno quanto lo sono gli organizzatori degli Extreme Sailing Series, nei confronti della Regione Siciliana che in pieno caos organizzativo ed amministrativo è stata capace di vanificare gli sforzi prodotti in questi anni per portare e poi tenere Trapani al centro dell’attenzione del mondo della vela e della ribalta internazionale. Un settore sul quale il nostro partito quando ha avuto responsabilità politiche ed amministrative ha sempre puntato, come dimostrano le esperienze produttive del senatore d’Alì a partire dai Louis Vuitton acts e a seguire con la sua esperienza da Presidente della Provincia.

Provo rabbia e delusione e trovo assurdo che fondi già assegnati dal Governo Centrale e afferenti ad azioni politiche ed amministrative della presidenza d’Alì e proseguite con la presidenza Turano, siano stati congelati dal pressapochismo e dall’immobile attendismo di funzionari regionali. Una regata velica non è una sagra strapaesana, come ben dovrebbero sapere l’assessore Tranchida e i suoi deputati di riferimento che avrebbero potuto ben dare indicazioni che venissero rispettati impegni e tempi. Non si può dire, come è stato fatto con OC Sport e l’organizzazione degli Extreme, di aspettare fino ad una settimana prima dell’evento la certezza di un impegno contrattuale. Non è serio. Non è l’immagine che Trapani s’è costruita nel mondo della vela. Faremo di tutto perché l’impegno mancato di quest’anno possa essere recuperato, se ve ne saranno le condizioni, nel 2013. È un impegno che sento di poter prendere a nome dell’intero partito e di quanti in questi anni si sono spesi per ricavare una nicchia di immagine e di mercato turistico cui il mondo della vela è legato».

La sensazione di delusione che si percepisce dalle parole dell’assessore Spataro e che sono state confermate al telefono è che la Provincia lotterà per ospitare altri eventi velici internazionali e se non sarà Sailing Series sarà qualcos’altro. Era dal mese di giugno che l’OCSport tentava di mettersi in contatto con la Regione ma nessuno ha mai dato risposte concrete. Nonostante gli studi sull’impatto turistico la Regione ha voluto perdere questa occasione forse perché in una situazione di stallo governativo. Sicuramente il 2013 vedrà nuovi progetti forti della presenza anche di un team italiano. Stay tuned!!!

 

 

Share