La Sardegna e il suo ruolo primario nel Mediterraneo

La posizione privilegiata dell’isola nel Mediterraneo centro-occidentale e la sua particolare geo-morfologia non sono state sufficienti in Sardegna per sviluppare un ruolo primario nel settore del turismo e rimessaggio nautico da diporto e della pesca. Perché? Se ne parlerà domani 5 maggio alla Camera di commercio.
Da Sassari Notizie – Le forti potenzialità imprenditoriali della nautica la rendono una delle realtà dell’economia nazionale in grado di creare occupazione e sviluppo, ancor di più, in una regione quale la Sardegna caratterizzata da uno sviluppo costiero tra i più importanti del Mediterraneo e con dei flussi turistici legati al diportismo nautico in forte espansione. La varietà di ambienti costieri presenti nella nostra isola, determinata dalla particolare morfologia delle coste (che alternano tratti ricchi di insenature, a tratti sabbiosi o alti e frastagliati), la bellezza e la purezza del mare, il clima mite, fanno della nostra Regione una delle mete preferite dal turismo nautico. La concentrazione di numerosi Porti ed approdi nell’area del Nord Sardegna, associata alla presenza attrattiva di “Marchi” conosciuti e ricercati (Porto cervo, Porto Rotondo) fanno di quest’area un’ importante risorsa del settore.

Nel corso degli ultimi anni le rilevazioni statistiche ufficiali hanno riscontrato una dinamica positiva nell’offerta complessiva, con effetti positivi sul volume dei servizi vendibili e del valore aggiunto; va considerato comunque che tale offerta è rivolta prevalentemente ad un target di imbarcazioni medio piccole. La gran parte delle circa 660 aziende iscritte, di cui il 70% si trova concentrato nella parte orientale del Nord Sardegna, sono impegnate nelle attività di rimessaggio, noleggio e fornitura di servizi. La situazione attuale vede pochissimi operatori nel settore della produzione di imbarcazioni con proprio marchio e le realizzazioni interessano imbarcazioni da diporto, compresi i battelli pneumatici, di piccola o media dimensione con scafi in vetroresina. L’innalzamento della domanda nel settore delle manutenzioni e del rimessaggio ha infatti stimolato la nascita di operatori che, crescendo, affiancano ai servizi succitati la produzione di alcune piccole imbarcazioni destinate sostanzialmente al mercato locale. Sussistono inoltre piccoli operatori che producono per conto terzi con particolare attenzione alle laminazioni in vetroresina sia per la realizzazione di accessori sia per la produzione di semilavorati. Nel territorio del Nord Sardegna un notevole tasso di crescita e sviluppo è caratterizzato dalla presenza di numerose aziende che lavorano con elevatissima specializzazione, in un contesto di forte concorrenza in cui emerge un’imprenditoria giovane e vitale sempre attenta e sensibile nel cogliere le ultime novità. Accanto a imprese ormai consolidate da tanti anni, negli ultimi tempi si sono moltiplicate e si stanno affermando numerose altre realtà produttive in cui convergono qualificate professionalità e specializzazioni, patrimonio tipico di tante piccole e medie imprese.

Fonte Sassari Notizie

Share