L’Extreme Sailing Series continua a crescere: +37%

Valutazione parziale del ritorno mediatico: incremento del 37% durante i primi 4 Act rispetto all’edizione dello scorso anno, e previsione di un 14% di incremento annuale per le Extreme Sailing Series. Questa in sintesi l’edizione 2012 dell’Extreme Sailing Series. L’analisi della copertura mediatica effettuata dalla società indipendente Havas Sponsorship Insights, indica un netto incremento del ritorno mediatico rispetto al 2011, confermando che le Extreme sailing Series, giunte alla loro sesta edizione, si confermano come uno dei circuiti annuali di vela professionistica leader in termini di audience. Si è registrato un incremento significativo del 37% della copertura mediatica per i primi 4 Act del 2012, rispetto alle prime quattro tappe del 2011. Nonostante siano state organizzate due tappe in meno rispetto al 2011, iI valore complessivo del ritorno mediatico annuale stimato da Havas per il 2012 è del 14% superiore al 2011, e si attesta poco al di sotto dei 30 milioni di euro. (NB la previsione effettuata lo scorso anno, nello stesso periodo era molto accurata). Gli ottimi risultati in termini di ritorno mediatico arrivano al momento giusto per le nuove località che ospiteranno le tappe e per i team del 2013, il Notice of Race 2013 verrà infatti pubblicato nelle prossime settimane.
Le Extreme Sailing Series™ hanno divulgato il Report Provvisorio della copertura mediatica (fino a fine luglio), realizzato da una società indipendente e che riguarda i primi quattro Act (Muscat, Qingdao, Istanbul e Porto) del circuito globale 2012 composto da 7 tappe. C’è stato un crescente interesse verso il circuito da parte dei media internazionali, con un forte aumento nel numero di articoli pubblicati a copertura degli eventi – compresi i territori in cui sono state organizzate le nuove tappe: Porto, Cardiff e Brasile. Lo spazio occupato in televisione, tramite notiziari e dirette TV, ha continuato a crescere rispetto al 2011, sia in qualità che quantità. Il risultato è un aumento del 37% del valore del ritorno mediatico per i primi 4 Act del 2012 rispetto alle prime quattro tappe del 2011 (Muscat, Quindao e Istanbul sono stati ripetuti, Porto ha invece sostituito Boston).

Come avvenuto lo scorso anno, il Report Provvisorio è una combinazione di dati e previsioni, che prendono in esame il grado di copertura mediatica dall’inizio dell’anno, insieme alle analisi e all’ esposizione del 2011. Nonostante il 2012 abbia 7 tappe in calendario rispetto alle 9 tappe del 2011, con un 20% di giorni di regata in meno per tappa (5 giorni di regata per tappa nel 2011 contro 4 giorni di regata per tappa nel 2012) le analisi prevedono, per la fine dell’anno, quasi 4 milioni di euro di incremento nella copertura mediatica.

Alastair Macdonald, Direttore di Havas Sponsorship Insights ha commentato: “il valore della copertura mediatica che le Extreme Sailing Series hanno raggiunto dopo 4 eventi nel 2012, mostra un incremento per il terzo anno consecutivo, come descritto in dettaglio nel report di metà stagione sulla analisi mediatica. Le Extreme Sailing Series rimangono popolari in Europa e in Asia, ed hanno avuto un impatto immediato in Portogallo – nuova tappa in calendario nel 2012 – dove c’è stata una significativa copertura mediatica dell’evento.

Sono state fatte previsioni dell’esposizione mediatica e del ritorno economico che questa può generare, per l’intera stagione composta da 7 tappe. Il valore totale della copertura mediatica per il circuito 2012 è prevista intorno ai 30 milioni di euro. Questa previsione è basata sul valore della copertura mediatica registrata quest’anno, e sul costo attuale della pubblicità nei territori in cui questa esposizione viene raggiunta. In tutte queste valutazioni è stato preso in considerazione il costo reale dell’acquisto dello spazio pubblicitario sul mercato attuale e non le tariffe comunemente divulgate, per garantire che il valore economico divulgato sia in linea con la politica di OC Sport di mantenersi conservativa su questi argomenti. ha concluso.

Mark Turner, Presidente Esecutivo degli eventi OC Sport, ha commentato: “Siamo sempre estremamente trasparenti sulla metodologia usata da Havas Sponsorship Insights nella valutazione dei nostri ritorni. Attualmente ci sono diversi metodi per valutare il ritorno mediatico, quindi per noi lo strumento di valutazione più importante rimane il confronto tra i risultati raggiunti, anno per anno. Oggi abbiamo una copertura mediatica 5 volte superiore a quella che avevamo nel 2009, un aumento annuale progressivo, usando sempre lo stesso metodo di valutazione e, questa progressione, è un risultato chiave per noi. Le Extreme Sailing Series offrono importanti opportunità nel B2B sia per le aziende sia per le città che ospitano le tappe. La valutazione mediatica è solo una misura del valore del circuito, ma rimane comunque molto importante per i nostri investitori.”

A causa del costo del monitoraggio media delle Extreme Sailing Series a livello globale, stampa e TV vengono monitorate solamente nei paesi dove si svolgono le tappe e per un periodo limitato di tempo: per la stampa un mese oltre la durata dell’evento, per la TV una settimana durante l’evento – mentre il monitoraggio online viene effettuato a livello internazionale durante tutto l’anno. Una buona parte della copertura mediatica del circuito è al di fuori di questi periodi. Le analisi Havas Sponsorship Insights aggiungono quindi al conteggio un prudente 10% di copertura non-monitorata, per compensare una parte di copertura che inevitabilmente viene persa.

La copertura mediatica compresa in questo report include 29 ore di dirette televisive tra Cina, Turchia, e Portogallo. Il report include anche le stime basate sulla serie TV in 7 puntate dedicata alle Extreme Sailing Series, trasmessa a livello internazionale su Channel 4 (UK terrestre), Eurosport (pan-Europe), Sport + (France) Fox Sport (international) BskyB (UK). Le stime fatte sono basate sullo spazio fornito dalle emittenti e sulle trasmissioni registrate negli anni precedenti delle Extreme Sailing Series adeguate al numero di eventi e al numero di emittenti del 2012.

Share