Mercato dei motori elettrici in fermento dopo il METS

Sicuramente il mondo dei motori elettrici applicato al mercato della nautica sta vivendo una rivoluzione. I costi sono ancora proibitivi, ma quante più aziende entrano, sperimentano e propongono, tanto più i prezzi saranno accessibili. E questo è un bel segnale per il settore, che vive di ecosostenibilità visto lo stato di salute dei mari. Ecco allora una novità da parte di Quick. Infatti l’azienda ravennate approda al METS 2019 con due importanti anteprime, di cui una con l’obiettivo di rivoluzionare completamente il settore nautico globale.

Presentata la nuova gamma Q-SY Quick Synchronous Motors, una nuova visione dei motori elettrici innovativi e connessi del futuro. Realizzata per uno scenario di utilizzo quotidiano in qualsiasi condizione di navigazione e su tutti i tipi di imbarcazione, la serie Q-SY Quick Synchronous Motors è uno sguardo al futuro: il motore elettrico ha caratteristiche straordinarie che si traducono in migliore efficienza energetica complessiva e totale assenza delle attività di manutenzione.

Quick R&D

La macchina infatti, frutto di un’attenta fase di ricerca, progettazione e sviluppo e di accurati test condotti nelle condizioni più estreme, è costituita da un inverter di potenza integrato e da un motore sincrono a riluttanza a magneti permanenti. Tutto ciò si concretizza in una miglioria in termini di costi di gestione, facilità d’uso, affidabilità, efficienza, leggerezza, flessibilità e silenziosità.

Michele Marzucco CEO Quick

“Quale occasione se non quella del METS per presentare al pubblico in anteprima mondiale questa importante innovazione firmata Quick. – commenta Michele Marzucco, President & CEO di Quick Spa. Ci aspettiamo che la macchina della serie Q-SY Quick Synchronous Motors si riveli un vero e proprio trend per l’intero settore nautico, rappresentando un prodotto chiave sia per efficienza nei consumi sia per assenza di attività di manutenzione. Il team di Quick Spa ha re-inventato i motori lavorando duramente per garantire elevate performance, prestazioni e connettività: la nostra filosofia è quella di garantire all’armatore un “pacchetto completo” di prodotti, tutti firmati Quick e tutti connessi tra di loro. Questo sarà possibile da settembre grazie alla novità presentata a Cannes: il QNN – Quick Nautical Network, gateway appena nato in azienda capace di integrare i sistemi Quick a quelli di navigazione”.

QNC Quick Nautical Control

La seconda importante novità presentata in occasione del Salone di Amsterdam è la serie QNC Quick Nautical Controls, nuova gamma che comprende la rivisitazione dei classici modelli con joystick singolo e doppio e il comando azionabile a tasti, ideati per comandare eliche di manovra di prua o di poppa.

Quick Spa ha pensato di realizzare i nuovi comandi di controllo remoto riprogettandoli interamente nell’estetica del pannello e nella tecnologia.

Per la parte di design, l’azienda ha deciso di utilizzare vetro temperato di colore nero con retroilluminazione effetto ghost, in grado di assorbire e dissipare efficacemente gli urti e donare al prodotto un’estetica contemporary ed elegante. Per la parte tecnologica Quick ha sostituito il protocollo di comunicazione digitale con il protocollo basato su dorsale CAN-Bus che permette una più stabile comunicazione tra motore e pannello di controllo, offrendo così moltissimi vantaggi.

 

Il progetto di restyling ha l’obiettivo di estendersi a più linee di prodotti presenti in portfolio Quick, primo tra tutte il comando remoto per gli stabilizzatori MC² Quick Gyro, rivisto in versione contemporary.

Il display widescreen da 3,5” ad alta risoluzione con tecnologia full touchscreen è stato riprogettato per adattarsi al nuovo schermo in vetro temperato retroilluminato e si presenta versatile e perfetto per qualsiasi ambiente, garantendo design ed eleganza.

Il protocollo di comunicazione digitale utilizzato è basato anche qui su dorsale CAN-Bus, rendendo possibile una grande innovazione: controllare più di uno stabilizzatore MC² Quick Gyro contemporaneamente.