A Pasqua le prime regate valide per la ranking list RS Feva

Si aprirà ufficialmente nel corso del week end entrante la stagione agonistica della classe RS Feva, doppio ad alte prestazioni pensato per i più giovani e realizzato dalla britannica RS Sailing. Già protagonista del 28mo Trofeo Accademia Navale di Livorno, dove a spuntarla dopo sei prove sono stati Luca Albergo e Stefano Costini, la classe si ritroverà a Castelletto di Brenzone per contendersi i primi punti validi ai fini della ranking list nazionale. Le regate sono in programma tra domenica e lunedì. Il Bando dell’evento prevede la disputa di sei prove nell’arco di due giorni. Il circuito nazionale continuerà con gli appuntamenti di Cesenatico (20-21 maggio), Voltri (4-5 giugno), Iseo (8-10 luglio), dove verrà assegnato il titolo nazionale, e con il Campionato Italiano Under 16, previsto tra il 3 e il 6 settembre a Venezia.

A decretare il successo dell’RS Feva, da tre anni tra le barche più vendute a livello mondiale, sono le elevate performance garantite dall’impiego del gennaker, le dimensioni contenute, la linea moderna e aggressiva e la semplice impostazione del piano di coperta. Particolari che, grazie anche al lavoro di promozione svolto dalla BoatTech, importatore per l’Italia della RS Sailing, lo hanno portato ad essere una delle derive più desiderate dai giovani velisti in età post-Optimist. Un’affermazione che non è passata inosservata davanti agli occhi delle principali scuole vela: a livello nazionale sono già diversi i club che hanno scelto questo scafo come “strumento didattico”.

“Sono molto orgoglioso di essere stato scelto quale presidente di una classe in netto sviluppo come l’RS Feva – ha dichiarato Paolo Testolin, già presidente della Classe Italiana Melges 24 – La barca è molto divertente, veloce e sicura. La sua filosofia, che è quella di avvicinare i ragazzi alla vela e di far crescere in loro la passione per questo fantastico sport, l’ha posta sotto la lente d’ingrandimento della Federvela. Visto il calendario ricco di appuntamenti, e tenuto conto della sua diffusione all’estero, sono certo che già nei prossimi mesi registreremo un considerevole aumento del numero di associati”.

Share