Nella terra dei cantieri un corso di formazione

Un corso per imparare a produrre navi da diporto. A Viareggio, nella terra dei cantieri parte il corso per Tecnico superiore per la produzione delle navi da diporto, finanziato dalla Provincia di Lucca con 120mila euro (provenienti dalle risorse del Fondo sociale europeo – Programmi operativi regionali Obiettivo 2 – Asse IV: ‘Capitale umano’).


Questa figura gestisce e coordina con autonomia decisionale, le attività di cantiere, trova collocazione come dipendente in cantieri navali, si inserisce in un contesto lavorativo di impresa, opera per la buona conduzione delle attività di cantiere, sapendosi inserire in un quadro operativo con molteplici soggetti che sa organizzare. In relazione alle novità tecnologiche che il settore sta vivendo, questa figura dovrà sapere lavorare utilizzando al meglio anche le nuove tecnologie.

La nostra nautica da diporto sta assumendo i caratteri di un vero e proprio distretto industriale a livello regionale, il cui epicentro è Viareggio e, su tale distretto si concentrano gli obiettivi di sviluppo competitivo della Regione Toscana. Il comparto, infatti, racchiude al suo interno una ricca filiera di attività manifatturiere e di servizio, sempre più articolata e complessa, che comprende specializzazioni e legami anche con altri comparti produttivi, come, ad esempio, il legno-mobile, il lapideo, la meccanica, la domotica, il design, il tessile.

Il corso è  stato presentato questa mattina (lunedì 09 novembre), in una conferenza stampa presso l’Istituto ‘Artiglio’ di Viareggio, alla quale ha preso parte il consigliere provinciale Pd, Andrea Palestini.

«Il corso vuole offrire – commenta il presidente della Provincia di Lucca, Stefano Baccelli – un aiuto concreto a un settore fondamentale della nostra economia, che sta attraversando un momento di difficoltà. – In particolare, a seguito di un’approfondita analisi sulle esperienze del comparto che ha rilevato una carenza di strumenti e programmi formativi adeguati, vuole offrire al mondo della nautica figure professionali dotate di competenze e conoscenze all’avanguardia e versatili».

I soggetti, costituiti in associazione temporanea di scopo, che sostengono il progetto, sono: l’Istituto nautico ‘Artiglio’ di Viareggio (capofila); l’Itis ‘Galilei’ di Viareggio; l’Università di Pisa; il Consorzio Formetica, il Csa e la Cna. Saranno loro a formare uno specifico gruppio di lavoro, che avrà il compito di sostenere e promuovere l’inserimento lavorativo presso le aziende del settore.

Il corso è  destinato a venti allievi – giovani e adulti – di età compresa tra i 18 e i 29 anni, disoccupati, inoccupati e occupati, in possesso di diploma di scuola secondaria superiore, con cittadinanza in un Paese della Comunità Europea e residenza in Toscana.

Il percorso formativo si svolgerà presso la sede dell’Istituto Nautico ‘Artiglio’ di Viareggio, con tirocinio in aziende del territorio e prevede 800 ore di frequenza, di cui 250 di stage.

Si tratta di corso a numero chiuso ed è prevista una selezione dei candidati, effettuata con criteri oggettivi di valutazione che terranno conto delle norme vigenti in materia delle pari opportunità.

La scadenza è  stata prorogata al 25 novembre, alle ore 13. Per iscrizioni e informazioni, ci si può rivolgere all’ITN ‘Artiglio’, via dei Pescatori, Viareggio. Telefono: 0584/390281 – fax: 0584/392090 – email: info@nauticoartiglio.lu.it.

 

FONTE: http://www.loschermo.it/articolo.php?idart=22816

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *