Nuova vita per i cantieri Sciallino

Firmato l’accordo per costituire una nuova società tra l’azienda storica, sul mercato da cinquant’anni, e un investitore italo-svizzero a guida di un gruppo di finanziatori. I cantieri cerialesi dopo la contrazione della domanda, specialmente italiana, degli ultimi anni che ha mandato in crisi l’intero comparto, l’azienda, grazie ai nuovi capitali potrà dare vita ad una riorganizzazione  per affrontare le mutate condizioni del mercato. Il marchio rimarrà Sciallino così come gli impianti non verranno delocalizzati. In tempi recenti la congiuntura economica si era fatta sentire in modo acuto nel cantiere navale cerialese, con un rallentamento degli ordini nonostante l’eccellenza riconosciuta della produzione. Ora l’intervento del nuovo partner italo-svizzero, Carlo Bassi, imprenditore e manager che coordina una cordata di investitori.

Share