Omaggio ad Agostino Straulino, una via per l’Ammiraglio

Il mago del vento

Marina Cala de’ Medici, onora l’Ammiraglio e dedica la via di ingresso al Porto ad Agostino Straulino. Il 10 ottobre scorso l’ingresso lato nord (angolo Via Trieste) del Porto turistico di Cala de’ Medici ha ospitato la cerimonia per l’intitolazione della strada che diparte dal Porto a Agostino Straulino – Ammiraglio, Eroe, Comandante, Olimpionico di vela. Onore al Marina che con tanta sensibilità ha voluto ricordare un uomo di mare, il mago del vento.

L’Ammiraglio Agostino Straulino, figura storica della marineria e dello sport velico italiano e internazionale, era nato a Lussinpiccolo, sull’isola di Lussino nel golfo del Quarnero (incastonato tra la penisola istriana e le isole dalmate) il 10 ottobre 1914 (data scelta per la cerimonia di intitolazione) da una famiglia di tradizioni marinare.
Dopo il diploma all’Istituto Nautico, Straulino ricevette in dono dal padre una piccola barca a vela, ma soprattutto due anni di “libertà” durante i quali navigò in lungo e in largo per le isole dalmate, entrando in sintonia completa con quelli che sarebbero stati i suoi elementi: il mare ed il vento.

Nel 1934 Straulino entrò in Accademia Navale come allievo di complemento e lì, per la prima volta, ebbe l’occasione di provare una barca classe Star regatando contro il più bravo timoniere dei cadetti.
Quando era ancora guardiamarina partecipò come riserva per la classe Star alle Olimpiadi di Berlino del 1936, che si tenevano a Kiel.
Nel 1938 vinse il campionato italiano e il campionato europeo delle Star proprio a Kiel.
Finita la guerra, Straulino fu impegnato nell’attività di sminamento dei porti dove a causa di un incidente rischiò di perdere la vista. Nel 1947-48 il Comandante tornò alle regate e, passata la delusione delle Olimpiadi di Torquay 1948, inanellò una lunga serie di vittorie. Otto europei consecutivi (1949-1956), due mondiali (1952-1953), l’oro olimpico ad Helsinki che completa un 1952 fantastico (italiano, europeo, mondiale, Olimpiade), un altro mondiale nel 1956 seguito dall’argento alle Olimpiadi di Melbourne del 1956.
Nel 1965 Straulino assunse il comando dell’Amerigo Vespucci, la nave scuola della Marina Militare, e nello stesso anno ebbe modo di vincere un incredibile mondiale 5.5 S.I. a Napoli.
L’11 ottobre 1972 Straulino lasciò il servizio attivo con il grado di Ammiraglio di Divisione.

“Sono felice che l’Amministrazione Comunale abbia accolto la nostra richiesta avanzata tempo fa. Una mia idea che finalmente è diventata realtà. Il nome di un ‘Signore del Mare’ e ‘Padrone del Vento’ come Agostino Straulino, infatti, non solo potrà contribuire a rendere riconoscibile all’esterno il nostro Porto turistico, ma costituirà senz’altro uno stimolo costante per migliorarci e progredire nella nostra attività portuale. Tutti i nostri Soci ed utenti, nonché i cittadini, sono invitati a prendere parte alla cerimonia, che vedrà l’intervento delle autorità civili e militari ed il contributo musicale della Fanfara dell’Accademia Navale di Livorno”, afferma l’Avv. Flavia Pozzolini, Presidente di Marina Cala de’ Medici SpA.

Video dalla teche Rai