Palermo-Montecarlo grandi adesioni

Sarà presentata giovedi 20 giugno a Palermo, presso la sede a Mondello del Circolo della Vela Sicilia, la IX edizione della regata d’altomare Palermo-Montecarlo. Un’occasione per incontrare alcuni personaggi della vela italiana, i principali partner istituzionali dell’evento e le sue novità tecniche, i dirigenti del Circolo della Vela Sicilia che proprio domani, martedi 14 maggio, compie 80 anni di vita, preparandosi tra l’altro a vivere la sfida di Luna Rossa alla XXXIV America’s Cup con il guidone del club.

ALESSANDRO DI BENEDETTO: OCEANO MEDITERRANEO
Il navigatore solitario Alessandro Di Benedetto, che nei mesi scorsi ha completato la straordinaria impresa del Vendée Globe, il giro del mondo da solo senza scalo e senza assistenza, sarà il grande protagonista della Palermo-Montecarlo 2013. Di Benedetto, che è uno dei personaggi più amati della vela oceanica per la sua semplicità e per il suo modo di vivere il mare, parteciperà alla regata a bordo di una barca palermitana, e sarà special-guest degli eventi a terra. Lui stesso spiegherà i dettagli nella conferenza stampa del 20 giugno a Mondello.

NOVITA’ GATE IN COSTA SMERALDA, COME CAMBIA LA REGATA
La novità della Palermo-Montecarlo 2013 è l’introduzione di un cancello obbligatorio lungo la rotta, situato davanti alla baia di Porto Cervo. La novità cambia le strategie di regata: annullata di fatto l’opzione di lasciare a dritta la Sardegna (una rotta del resto quasi mai seguita in 8 anni della regata), la boa in Costa Smeralda sconsiglierà anche le scelte radicali verso le coste della penisola (come fatto lo scorso anno da Esimit Europa 2). Ma soprattutto, il cancello a Porto Cervo, con la collaborazione prestigiosa dello Yacht Club Costa Smeralda, servirà a definire una classifica separata, valida anche per chi non dovesse tagliare l’arrivo a Montecarlo. Nelle intenzioni del Race Director Alfredo Ricci, il Gate vuole favorire la partecipazione di imbarcazioni di tutte le dimensioni.

BANDO DI REGATA E ISCRIZIONI ONLINE
Sul sito web ufficiale della regata www.palermo-montecarlo.it, sono scaricabili il Bando di Regata e il modulo di iscrizione online. Iniziano ad arrivare le prime iscrizioni, specie da yacht che stanno partecipando al Campionato Italiano Offshore (del quale la Palermo-Montecarlo è una delle tappe principali, con il coefficiente di punteggio 2,5, al pari della Rolex Giraglia). Tra le altre, confermata la presenza di Kuka Light, l’innovativo scafo ultraleggero di Franco Niggeler con la medaglia olimpica Mitch Booth. Il club di casa conferma l’equipaggio dello scorso anno e avrà a bordo un altro grande velista: Pietro D’Alì. Al via anche Extra 1, l’X41 di Massimo Barranco. Primo iscritto straniero uno yacht della Repubblica Ceca. Si punta a superare i 30 iscritti. La IX Palermo-Montecarlo partirà il 18 agosto 2013 dal Golfo di Mondello. Confermato il programma collaterale che prevede per il 16 agosto l’ormai classica regata di Warm-Up nel golfo di Mondello, e il 17 la serata in onore dei partecipanti alla regata. La cerimonia di premiazione a Montecarlo è in programma il 23 agosto.

TUTTI A CACCIA DEL RECORD DI ESIMIT
Il record della Palermo-Montecarlo appartiene allo yacht più vincente degli ultimi anni, il Maxi di 100 piedi Esimit Europa 2 di Igor Simcic che lo ha stabilito nel 2010: 48 ore, 52 minuti e 21 secondi. Lo stesso team, pur vincendo le successive edizioni 2011 e 2012, non è riuscito a superare il proprio record. La caccia al primato della Palermo-Montecarlo è uno dei contenuti tecnici della prossima edizione, anche per l’assenza dello yacht detentore (quest’anno il team sloveno naviga nei mari del Nord Europa): più di un Maxi ci sta facendo un pensierino.

LA LOGISTICA CHE PIACE ALL’ARMATORE
Il mare “caraibico” del Golfo di Mondello? La serata di gala nel parco secolare della villa che ospita la sede a mare del Circolo della Vela Sicilia? Le 500 miglia di traversata nel cuore dell’estate del Mediterraneo? L’arrivo nel clima glamour del Principato e con l’accoglienza dello Yacht Club de Monaco? Non solo. Uno dei punti di forza della Palermo-Montecarlo, assai apprezzato da armatori ed equipaggi, è la logistica. Ogni barca può lasciare a terra materiale, bagagli, sacchi di vele e attrezzature non utilizzate in regata, che sono spedite a cura dell’organizzazione da Palermo a Montecarlo, dove ciascun team le ritroverà in banchina al suo arrivo. Una bella comodità.

I TROFEI DELLA PALERMO-MONTECARLO
La Palermo-Montecarlo mette in palio due premi: il “Trofeo Angelo Randazzo” in onore dell’ideatore della regata e Presidente del Circolo della Vela Sicilia dal 1992 al 2008, che viene assegnato allo yacht che risulta vincitore in tempo compensato nella categoria più numerosa, e il “Trofeo Giuseppe Tasca d’Almerita”, istituito in onore del fondatore del Circolo stesso, assegnato allo yacht primo in tempo reale.

Share