Patrizio, attento al “contentino”

  LUNA ROSSA PIRANHA vincitrice dell’America’s Cup World Series 2012/2013….e quindi? Sembra ridicola questa decisione della Giuria. Ora che si sta indagando su alcuni membri del team Oracle che avrebbero “truccato” gli AC45 durante la stagione che ha portato alla Louis Vuitton Cup a 3, per soddisfare le esigenze di “equità” ed “imparzialità” si decide che, in base alla classifica, squalificato il team Oracle, vincitrice ne è Luna Rossa. Quindi dobbiamo aspettarci l’applicazione della regola 69.1, che denuncia il comportamento antisportivo da parte di tutto il team americano? Siamo pronti alla squalifica complessiva? Sicuramente no perché nessuno avrebbe la forza di subire l’ira del tycoon multi miliardario dell’informatica Larry Ellison che in questo evento di soldi ne ha messi oltre 300 milioni di dollari (2/3 dei quali provenienti dai contribuenti americani). Sarebbe un danno di reputazione che andrebbe oltre la debacle mediatica che sta subendo l’evento e oltre l’assenza di pubblico di San Francisco (ancora si vendono on-line biglietti a 200$). Allora attento Patrizio Bertelli, non ti accontentare del trofeo minore, continua a battagliare e seppur senza partecipazione alla Coppa vera dopo questa finale di Louis Vuitton, sostieni il tuo alleato neozelandese e se sarà, ti vorremo Challenger of Records della 35′ edizione, per riportare l’evento ai fasti di un tempo ma rendendolo moderno non come ha fatto Russell Coutts, ma come l’organizzazione di un evento planetario richiede: un ente esterno di reale gestione oggettiva. Vecchia dei suoi 162 anni allora finalmente la Coppa America potrebbe competere in termini di visibilità con le Olimpiadi e i mondiali di Calcio. Dalton apprezzerebbe questa proposta da vero uomo di sport quale è e magari riavremmo in Coppa anche Ernesto Bertarelli. 

 

Alberto Morici

Share