Per questa tappa l’Extreme Series parla italiano

Ancora una giornata di vento molto leggero e mare incrociato a Qingdao, in Cina, per l’ultima giornata della seconda tappa delle Extreme Sailing Series. Le condizioni non di certo ottimali per gli Extreme 40 hanno reso le regate estremamente impegnative. Il comitato di regata, nonostante le condizioni meteo, è riuscito a dare il via a sei prove durante le quali, al primo posto in classifica, si sono alternati più di tre team. Ad imporsi alla fine è stato il team italiano di Luna Rossa, che si è aggiudicato così l’Act 2 del circuito degli Extreme 40. Emirates Team New Zealand chiude al secondo posto, mentre Groupe Edmond de Rotschild è terzo. Mai come in questa tappa si sono succeduti colpi di scena e cambi così repentini nelle posizioni delle classifiche giornaliere.
 
Alberto Barovier, skipper dell’altro team italiano il Niceforyou Sailing Team racconta: “Faccio i complimenti a Max Sirena e al team di Luna Rossa per l’ottimo risultato. Quanto a noi abbiamo chiuso al decimo posto, un peccato visto che fino a due giorni fa eravamo settimi. Non siamo andati bene con le arie leggere degli ultimi due giorni e, nell’ultima prova, quella che vale doppio, abbiamo preso un OCS che ci ha penalizzato molto. Comunque sono soddisfatto del lavoro del mio team, rispetto alla tappa in Oman siamo molto migliorati, abbiamo sempre regatato nel mezzo della flotta. Siamo sicuri di fare meglio alla prossima tappa,”
 
Gli Extreme 40 torneranno in acqua ad Istanbul, in Turchia, dal 25 al 27 maggio per la terza tappa delle Extreme Sailing Sailing Series.


Share