Perini Navi Group: siglato contratto di vendita per il secondo SY Racing Line di 38 metri

Perini Navi Group ha siglato il contratto di vendita per il secondo esemplare della serie Racing Line di 38 metri, caratterizzata da elevate prestazioni veliche unite al comfort ed alla qualità che da sempre contraddistinguono il brand Perini Navi. Lo sloop C.2130 è attualmente in costruzione presso i cantiere Picchiotti del Gruppo a La Spezia e sarà consegnato nel 2015.

Rispetto al predecessore P2, la progettazione della C.2130 ruota intorno al concetto di estrema semplicità di manovra delle vele ottenuta con l’inserimento di tre captive winch elettrici semiautomatici a marchio Perini. Lo sloop sarà dotato di vele laminate e boma avvolgibile di carbonio che consentiranno il massimo delle performance e dell’affidabilità in tutte le condizioni di navigazione. Scafo e sovrastruttura sono realizzati in sealium, una lega leggera di alluminio dall’elevata resistenza alla corrosione. Grazie all’ampio utilizzo della fibra di carbonio di ultima generazione per albero, boma, sartiame, crocette, roll bar e timone, il dislocamento dell’imbarcazione è di 160 tonnellate, mentre la stazza si attesta a 171 GT. Di nuova generazione anche l’hardware di coperta che consentirà di gareggiare ad alti livelli anche con equipaggio ridotto.

Per la prima volta a bordo di una Perini Navi sarà installato il sistemaSilent night mode”, innovativa soluzione che permette a tutte le utenze di bordo di essere alimentate a batteria senza mantenere costantemente in funzione i generatori. L’impiego di questo sistema conferma ancora una volta l’impegno di Perini Navi verso la salvaguardia dell’ambiente e la volontà di ricercare soluzioni sempre innovative e di alta tecnologia. Notevoli i benefici anche per gli ospiti di bordo che di notte potranno godere di 8 ore di totale silenzio.

Rispetto a P2, lo sloop vanta una nuova disposizione degli interni, curati dall’Interior Design Department di Perini Navi, caratterizzata da uno stile elegante e sportivo che mira ad ottimizzare gli spazi e gli stoccaggi al fine di facilitare le attività di bordo. 

Share