Perini Navi tenta la svolta con l’ingresso di soci londinesi

Perini Navi trova nuova linfa finanziaria

Era nell’aria, ma nei giorni scorsi è stata confermata l’attenzione da parte di un fondo inglese per salvare e rilanciare il prestigioso cantiere toscano con sede a Viareggio.

Infatti dopo le numerose note pubblicate dalla politica toscana, strumentalizzate a fini elettorali (ricordiamo che la regione Toscana il prossimo weekend va alle elezioni oltre che per il referendum anche per il rinnovo delle cariche) arriva da fonti finanziarie l’interessamento da parte di Blue Skye nella holding della famiglia Tabacchi per entrare nel capitale di Perini Navi.

BLUE SKYE

Infatti, come riportato dall’Ansa, Fenix (la cassaforte della famiglia Tabacchi) ha raggiunto un accordo con il gruppo londinese, guidato da Salvatore Cerchione e Gianluca D’Avanzo, che prevede la ristrutturazione del cantiere viareggino con l’iniezione di nuovi capitali.

CANTIERI SANLORENZO

La situazione economica e finanziaria è divenuta sempre più traballante a seguito del lock-down di marzo scorso, al punto tale che erano intervenuti sul tavolo delle trattative con i sindacati i candidati politici alle prossime elezioni. La svolta di Blue Skye riporta in panchina l’opzione Cantieri Sanlorenzo che si erano fatti avanti con un’offerta vincolante per acquisire la maggioranza che sarebbe scaduto nel mese di settembre.

LAMBERTO TACOLI

Perini Navi, creata da Fabio Perini, l’industriale toscano dei macchinari per il settore della carta e divenuta famosa nel mondo per la sua produzione bella ed elegante, come l’imponente Maltese Falcon, negli ultimi anni, era entrata in difficoltà e all’inizio degli anni 2000 vide l’arrivo della famiglia Tabacchi, imprenditori nel settore degli occhiali, che ha messo alla guida un ex manager di Ferreti, Lamberto Tacoli.

Con l’operazione Blue Skye, la famiglia Tabacchi resta proprietaria e la nuova linfa sarà a disposizione per il rilancio del cantiere.

Speriamo in una rinascita sempre orientata al bello e all’eleganza delle barche Perini.

Nella foto Tacoli insieme a Saverio Cecchi, all’indomani dell’ingresso di Nautica Italiana in Confindustria.