Progetti speciali per la grande vela a Napoli

Vela ma non solo. Le manifestazioni connesse all’ultima tappa dell’America’s Cup World Series – che si svolgerà a Napoli dal 16 al 21 aprile prossimo – partendo dallo sport e dal mare (protagonisti indiscussi delle regate) si aprono al mondo della scuola. Uno scenario nuovo, un serbatoio di energie e di entusiasmo che viene messo in campo grazie alla cooperazione di più soggetti interessati: dai Circoli Velici napoletani alla Direzione Scolastica Regionale, dalla Direzione Marittima della Campania all’ACN, società che promuove ed organizza l’evento. A completare la manifestazione, e a dare più forza e vigore a queste iniziative collaterali, scendono in campo anche il Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Napoli, la scuola Militare Nunziatella e l’Università Parthenope. Ciascuno interviene per contribuire al successo dell’evento e per fare in modo che la città ed i suoi giovani possano avvicinarsi allo sport ed alla vela. Le manifestazioni connesse alla tappa napoletana delle World Series 2013 sono state presentate oggi durante la conferenza stampa svoltasi nella sede del Reale Yacht Club Canottieri Savoia.

La due giorni pre America’s Cup sarà organizzata dal Comitato Promotore Grande Vela con la partecipazione e l’adesione degli otto Circoli Velici campani che vantano un’antica tradizione e svolgono un ruolo centrale nel diffondere la cultura del mare: il Reale Yacht Club Canottieri Savoia, il Circolo del Remo e della Vela Italia, il Club Nautico della Vela, il Circolo Canottieri Napoli, il Circolo Nautico Posillipo, il Circolo Nautico Torre del Greco, la Lega Navale Italiana sezione Napoli, la SE.VE.NA Marina Militare.
“Quest’anno i Circoli avranno una partecipazione attiva nella settimana dell’America’s Cup – ha esordito Giuseppe Dalla Vecchia, Presidente del RYCC Savoia e del Comitato Promotore Grande Vela – “Ampio spazio verrà dato alle scuole e la grande novità riguarda il Giubileo dei Circoli, ovvero la totale ospitalità offerta ai soci dei Club di tutto il mondo. L’anno scorso ho sofferto molto per l’assenza dei Circoli durante l’evento simbolo della vela, ma questa volta sarà tutta un’altra musica. Non aspettiamo il 13 aprile, da oggi inizia il nostro coinvolgimento per l’organizzazione del Trofeo Grande Vela”.
Il Trofeo Grande Vela si svolgerà sabato 13 e domenica 14 aprile 2013: sabato sarà il giorno della “Velalonga”, regata dedicata alle imbarcazioni d’altura, aperta ai velisti di tutti i Circoli del Comitato Promotore Grande Vela.

“Il coinvolgimento dei luoghi dove la vela vive tutto l’anno e il coinvolgimento dei giovani: questi i due obiettivi su cui si è concentrata l’attenzione dell’Acn – ha esordito Mario Hubler, amministratore unico della società – Il nostro intento è valorizzare il binomio sport/giovani in città. L’impegno con i Circoli è infatti promuovere e far vivere ai ragazzi lo sport della vela.”

L’iniziativa, che vede la partecipazione delle scuole di tutta la Campania per sensibilizzare i giovani sul tema vela, ambiente, sport e mare è l’altra iniziativa presentata durante la conferenza stampa: “Gli studenti più meritevoli che parteciperanno al concorso – ha spiegato Hubler – saranno premiati durante la Cerimonia di domenica 14 aprile e attraverso l’attivazione di altrettanti corsi gratuiti promossi dagli otto Circoli. Grazie ad Acea, i ragazzi avranno la possibilità di vedere da vicino gli AC45.”
Anche quest’anno la richiesta di ospitare i sessanta vincitori sulla terrazza dell’Ambasciata, durante le regate, è stata accolta dal Console Generale degli Stati Uniti d’America a Napoli, Donald L. Moore: “L’anno scorso gli studenti hanno assistito alle competizioni nell’unico giorno di sole, il migliore di tutta le settimana. Quel momento si è rivelato una bellissima esperienza di condivisione” – ha commentato Moore nel suo saluto di ringraziamento all’incontro.
Inoltre saranno previste, domenica 14 aprile, le regate degli AC45 lungo un percorso che partirà da via Caracciolo, passando per Pozzuoli e ritorno; i catamarani sfileranno per la Coast Parade: “23 km di palco naturale che permetteranno ad un pubblico ancora più vasto di ammirare lo spettacolo” – ha concluso Mario Hubler.

La conferma della presenza dell’Orsa Maggiore a Napoli, durante la settimana delle regate, dove i ragazzi potranno essere ospitati per assistere alle regate, è arrivata questa mattina dall’ammiraglio Giuseppe De Giorgi, Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Italiana.

La sicurezza in mare è l’altro tema affrontato nel corso della conferenza, dall’Ammiraglio Antonio Basile, Comandante della Direzione Marittima di Napoli: “In una nazione come l’Italia la cultura marinara, il rispetto per l’ambiente e la sicurezza in mare dovrebbero essere inseriti nelle materie scolastiche. Siamo entusiasti di dare il nostro contributo e dell’intesa che si è creata con Acn e con l’Ufficio Scolastico della Regione”.

Per Diego Bouchè, Direttore dell’Ufficio Scolastico della Regione Campania: “Il coinvolgimento del mondo della scuola è il giusto percorso per avvicinare i giovani alla cultura e al rispetto del mare e dell’ambiente: gli studenti devono essere continuamente motivati e stimolati”.

L’Università Parthenope di Napoli anche in questa edizione 2013 dell’America’s Cup World Series darà un contributo in termini di monitoraggio della Customer Satisfaction: “Attraverso la somministrazione di questionari, saremo presenti durante i giorni di regata, coinvolgendo tutti i soggetti che parteciperanno e organizzeranno l’evento” – ha così spiegato Michele Quintano, Professore Ordinario di Marketing dell’Università.

Napoli è l’unica città che ospiterà l’America’s Cup World Series per due volte di seguito. “L’evento non si è mai svolto due volte nella stessa località”- ha affermato Niccolò Porzio di Camporotondo, Direttore Commerciale e Istituzionale per l’Italia dell’America’s Cup Event Authority.

La Coppa America non terminerà il 21 aprile 2013 ma si esprimerà attraverso l’impegno dei circoli velici e dei ragazzi premiati anche dopo la fine delle regate.

Share