“Lean Thinking”

Proel, Considi e Alcedo in mare sull’onda del “Lean Thinking”. “Lean Thinking” ovvero una filosofia che si riassume nel “pensare snello” per creare valore eliminando gli sprechi. È quello che hanno deciso di sperimentare in mare Proel, Considi, società di consulenza, e Alcedo SGR, società leader in Italia nel capitale per la crescita. Questi tre partner sul lavoro hanno unito le forze anche tra le onde del Golfo di Trieste, per competere con gli altri partecipanti della 42° edizione della Barcolana, la storica regata velica svoltasi a metà ottobre. È stata scelta la barca “King Arawak”, uno Sciomachen Vagabond di 58 piedi a scafo blu, per testare quanto il sistema di organizzazione dei processi “Lean” sia performante in contesti extra-industriali.

«Questa filosofia industriale, nata in Giappone, parte dal sistema produttivo aziendale per eliminare gli sprechi e diminuire i costi snellendo i processi», spiega Fabrizio Sorbi, Presidente del Gruppo Proel, tra i partecipanti della Barcolana.

Share