Rita Barbera ringrazia Eolo

L’unica a giovarsi dell’assenza di vento di ieri sicuramente è il sindaco di Valencia che magari riuscirà vedere la sua città piena nel week end per la regata di recupero.
Condizioni di instabilità impediscono lo svolgimento della prima regata della 33a America’s Cup. Il passaggio di un fronte freddo, frena l’atteso confronto tra i due maxi multiscafi?.
 
Valencia, Spagna – (2010-02-08) La regata 1 della 33a America’s Cup è stata rinviata oggi a causa di venti leggeri e instabili sul mar Mediterraneo.

Alinghi era impaziente di regatare con il suo catamarano di 90 piedi Alinghi 5 dopo sette mesi di test e sperimentazione, ma dovrà aspettare fino a mercoledì per avere la prossima occasione.

“Il vento era molto leggero”, ha detto il navigatore Juan Vila. “Abbiamo avuto qualche raffica fino a 6 nodi, che però non è durata a lungo. La direzione inoltre era molto variabile, per lo più da Ovest, ma non abbastanza per una sfida imparziale. Le previsioni per il prosieguo della giornata non sembravano essere confortanti, quindi penso che la decisione di non regatare oggi sia stata giusta”.

Il team meteo di Alinghi aveva previsto per oggi vento intorno ai 10 nodi, ma il passaggio del fronte freddo ha sconvolto le previsioni.

“Davanti al fronte freddo c’era un leggero vento di gradiente da Sud con molte nuvole e anche rovesci ha detto Jack Katzfey, meteorologo del team. “Le montagne di Valencia hanno frenato il vento e bloccato ogni possibilità di uno sviluppo del flusso d’aria. Il vento sarebbe dovuto diminuire, ma non quanto poi in realtà è successo”.

L’annullamento della prova odierna è stato comunicato ufficialmente alle 13.50, quando ormai i velisti di Alinghi erano in acqua da ormai sette ore. Gli ormeggi erano stati mollati questa mattina alle 6,30 nell’oscurità della notte con luci di via temporanee fissate sugli scafi a prua e a poppa per il traino dalla base nel Port America’s Cup fino alla linea di partenza.

Quella di oggi sarebbe stata per Alinghi la 13a regata dell’America’s Cup dal 2003. Si è invece tramutata nell’ottavo rinvio sperimentato dal Defender portacolori della Société Nautique de Genève.

“Sapevamo che in queste condizioni sarebbe potuto succedere quello che puoi è accaduto. Non possamo pensare di avere ogni giorno le condizioni ideali per regatare,” ha detto Villa, aggiungendo poi: “Oggi sfortunatamente è andata così, ma sono quasi sicuro che troveremo un altro giorno per regatare nelle migliori condizioni possibili. La cosa più importante è che dopo il colpo di cannone, la regata si svolga in maniera corretta per tutti e due i partecipanti”

La regata 1 della 33a America’s Cup è in programma per Mercoledì prossimo, meteo permettendo.

Share