Salone Nautico edizione numero 60: tutto pronto. Ma saranno tutti pronti?

Il Salone Nautico di Genova fa rotta verso la sessantesima edizione, in programma dal 1° al 6 ottobre nel capoluogo ligure, dove accoglierà come ogni anno gli operatori del settore e gli appassionati del mare. Che edizione sarà nell’anno del Covid-19? Tra poche certezze e tante incertezze gli organizzatori vanno avanti a passi lunghi e ben distesi.

Forse affermare “come ogni anno arriva il Salone” non è proprio la dichiarazione giusta. Sarà un anno diverso dagli altri, per vari motivi. In primo luogo perché a tutti gli effetti sarà il primo salone nautico in era Covid-19. Per questo un plauso va alle istituzioni e agli organizzatori che hanno fortissimamente voluto tornare alla normalità. Forse non ci sarà un ticketing tutto esaurito, ma sicuramente sarà un’opportunità per gli incontri B2B.

Sailbiz Day 3

Infatti i saloni nautici che solitamente precedono l’edizione nostrana, Cannes Yachting Festival e Monaco Yacht Show, sono stati annullati per il timore di contagi. All’indomani dell’annullamento anche di altri eventi importanti come le regate in Sardegna, ostentare tanta sicurezza forse non è ben augurante. Ma l’unico dato oggettivo è che non solo i primi di ottobre apriranno i battenti alla Fiera di Genova, ma anche importanti sponsor hanno dato fiducia agli organizzatori confermando la loro presenza.

SALONE NAUTICO: GLI SPONSOR

Infatti sarà un Salone Nautico espressione delle eccellenze anche sul fronte degli sponsor: confermati BMW come auto ufficiale della manifestazione e BREITLING come orologio ufficiale, che in occasione del 60° Salone Nautico realizzerà una serie limitata di soli 60 esemplari. Main sponsor sono AXPO, GRUPPO BANCA CARIGE e FASTWEB; GiPlanet ed Euthalia i Partner Tecnici.

Pertanto massima fiducia e un pò di scaramanzia necessaria per l’avvio di questa edizione speciale, la 60°, frutto di un settore che vuole tornare a dimostrare che può trainare l’Italia verso la ripresa e raccogliere i successi di un’eccellenza riconosciuta nel mondo.

Ingresso

Nel frattempo cantieri del calibro di Ferretti e Sanlorenzo, hanno organizzato i loro eventi privati, saloni in miniatura (per quanto i prodotti presentati sono di dimensioni ragguardevoli) dedicati a clienti e prospect in cui apprezzare questo famoso Made in Italy.

Da apprezzare invece il prima Salone Nautico Virtuale, denominato Milano Yachting Week che altro non è che un Boat Show digitale visitabile tramite computer, tablet, smartphone, smart TV, aperto da martedì 15 settembre 2020 per 365 giorni. Con la card virtuale lo visiti quando vuoi, anche a salone chiuso. Tutto l’anno. L’iniziativa nasce da Panama Editori che curano il Giornale della Vela e Barche a Motore e che vedrà la presenza di prestigiosi brand della cantieristica mettersi in mostra on-line.

Pertanto nonostante le defezioni annunciate a Genova, anche se fanno un pò di rumore, si spera veramente che possa essere un’occasione di confronto anche per capire nuovi modelli di eventi che magari possano coniugare il reale al virtuale, il prodotto al digitale.

SALONE NAUTICO: I MARCHI MANCANTI

Solo per la cronaca, come riportato dalla redazione Motori de Il Messaggero, a Genova non saranno presenti:

Honda Marine, produttore di motori fuoribordo, gommoni e generatori, Tohatsu, che rinuncia alla “prima” italiana del nuovo MFS115A, tra i gommoni Marlin Boat, Sacs e Italiamarine. Non ci sarà Cranchi, uno dei nomi storici del made in Italy, così come tutti i marchi del Gruppo Ferretti (Ferretti Yachts, Riva, Pershing, Itama, Mochi Craft, CRN, Custom Line e Wally),  Apreamare.

SALONE NAUTICO: IL PRESIDENTE CECCHI

“Lavoriamo a pieno regime con l’obiettivo di realizzare un evento che unisca efficacia a sicurezza e si confermi come l’appuntamento più rappresentativo dell’eccellenza del Made in Italy, ed è con soddisfazione che vediamo ancora una volta il pieno coinvolgimento della città e il supporto concreto di Regione Liguri

a, Comune di Genova e Camera di Commercio di Genova – sottolinea il Presidente de I Saloni Nautici Saverio Cecchi, che aggiunge: “Responsabilità e impegno sono la risposta alla fiducia dimostrata dalle aziende che stanno inviando le loro adesioni al Salone Nautico di Genova. A dispetto delle difficoltà del periodo, la richiesta di spazi è ben al di sopra delle aspettative, un segno che il Salone Nautico è sempre un importante strumento di business per le aziende, che riconoscono valore nella loro partecipazione.”

SALONE NAUTICO: I MARCHI PRESENTI

Tra gli espositori, confermati i principali cantieri, italiani ed esteri, che hanno partecipato all’edizione dello scorso anno, con alcune novità. Presenti ad oggi nomi di primo piano della nautica mondiale: per le imbarcazioni a motore hanno già assicurato la loro partecipazione Amer Yachts, Arcadia, Azimut-Benetti, Gruppo Ferretti con la FSD – Ferretti Security Division, Pardo, Princess, Sanlorenzo, Sunseeker, VanDutch; per la vela, Beneteau, Dufour, Hanse, Jeanneau, Nautor’s Swan, Mylius Yachts, Solaris e Vismara. Una nuova area sarà inoltre dedicata alle Superboat. Al gran completo tutto il mondo del fuoribordo, con grande partecipazione dal mondo dell’accessoristica e da quello dei servizi.

SALONE NAUTICO: LA TASK FORCE ORGANIZZATIVA

L’edizione 2020 del Salone Nautico vedrà attivato un piano di misure mirate a realizzare un layout flessibile e adattabile ai vari scenari. Questa infrastruttura garantirà la maggior sicurezza possibile relativamente all’organizzazione, alla gestione dell’evento e all’accoglienza di visitatori ed espositori. A supporto della macchina organizzativa è stata istituita una Task Force composta da un pool di ingegneri e legali, coordinata dal Prof. Avv. Lorenzo Cuocolo, avvocato cassazionista, professore ordinario di Diritto pubblico comparato all’Università degli Studi di Genova e professore di Diritto pubblico all’Università Bocconi di Milano, nonché membro della Task Force sull’emergenza Covid-19 di Regione Liguria.