SapienzaVela la vela in tutti i suoi aspetti

Union Yacht Club Traunsee organizza, sull’omonimo lago austriaco, il campionato mondiale Platu 25 in programma dal 28/5 al 3/6 2011. L’associazione studentesca SapienzaVela, ad appena un anno dalla sua fondazione, partecipa al mondiale con due barche messe a disposizione dal Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, che dà l’opportunità agli studenti di allenarsi mettendo a disposizione mezzi e strutture, affinchè dei ragazzi senza particolari esperienze in ambito, partecipino a svariate manifestazioni veliche, ed ora al mondiale. Anche la classe Platu 25, nella veste di Edoardo Barni, suo presidente, è stata da subito disponibile a collaborare con l’associazione, riconoscendone la straordinarietà. “La simpatia, la serietà ed il grande entusiasmo dei ragazzi di SapienzaVela, hanno reso concepibile la partecipazione ad una regata così impegnativa in termini tecnici ed organizzativi.  Essere oggi sul piede di partenza,  con le due imbarcazioni “impacchettate”,  è già un risultato importante, così come straordinaria è stata per tutti l’esperienza svolta in questi mesi di preparazione”. Questa la dichiarazione del presidente della classe Platu 25.
Durante tutto l’inverno i ragazzi, seguiti dal preparatore Federico Insabato, ex team manager del  joe fly sailing team, hanno affrontato un intenso allenamento fisico, ma soprattutto psichico, attraverso  tecniche di team building mirate allo sviluppo del lavoro di squadra, al consolidamento  e al miglioramento rispettivamente delle relazioni e delle cooperazioni.

Dieci studenti, in vista dell’importante trasferta, hanno intrapreso un allenamento specifico ad alta intensità studiato dal Prof. Marco Bernardi affiancato dal Prof. Paolo Emilio Adami e dagli studenti dalla facoltà di Medicina dello sport dell’Università di Roma “La Sapienza”; lo stesso protocollo di allenamento seguito dall’equipaggio di Mascalzone Latino in preparazione alla 32nd  America’s Cup. “Già dopo pochi allenamenti abbiamo aumentato la resistenza, ora il difficile sarà mantenere una certa costanza per arrivare anche a risultati migliori” dice Francesca Tagliaferri, impegnata nell’allenamento.

I numeri in vista del mondiale sono quelli dei grandi eventi: Più di 45 barche iscritte e 225 velisti provenienti da tutto il mondo per cinque giorni effettivi di regata con un massimo di tre regate al giorno disputabili. Il lago Traunsee è, per caratteristiche del vento, l’ambiente ideale dove regatare; non a caso è palcoscenico di numerosi e importanti appuntamenti tra cui la RC44 Austria Cup disputata su barche con scafo disegnato dal più volte campione dell’America’s Cup Russell Coutts.

Gli equipaggi SapienzaVela sono costituiti da giovani studenti, che all’interno dell’Università di Roma “La Sapienza” hanno trovato un’associazione studentesca in grado di farli avvicinare allo sport della vela. “Stiamo affrontando un’esperienza che qualche tempo fa’ nessuno di noi avrebbe immaginato.” Queste le parole di una studentessa di Matematica a pochi giorni dalla partenza per Traunsee.


 


Il Progetto
La passione per la vela ha trovato gli studenti tra le aule dell’Università di Roma, li ha uniti in un gruppo nel quale si riconoscono, e per il quale in data 16 Settembre 2010 hanno fondato l’ associazione tudentesca SapienzaVela. SapienzaVela vuole diffondere la passione per il mare, la navigazione e la marineria. La convinzione è che altri studenti possano appassionarsi e condividerla.
Attraverso SapienzaVela si mettono in pratica capacità, attitudini, e conoscenze acquisite nei vari corsi di Laurea, applicandole in tutti i settori dalla progettazione alla comunicazione. Attraverso SapienzaVela si applica la ricerca scientifica e tecnologica In ambito nautico. L’associazione vuole continuare a crescere nei diversi ambiti in cui opera. La scuola vela si sta rivelando una scuola d’eccellenza e molto impegno si sta spendendo per la creazione di nuove sinergie con le facoltà dell’università di Roma “La Sapienza”.
Share