Serata d’onore per il ventennale de Il Velista dell’Anno

Si è svolta ieri sera in un clima di grande festa la cerimonia di premiazione “Velista dell’Anno” Intermatica a Roma nello splendore di Villa Miani. Grande emozione del patron della manifestazione, Alberto Acciari, nel ripercorrere i 20 di premio diventanto un riferimento per i professionisti del settore. Il presidente della FIV Carlo Croce ha sottolineato quanto sia stata dura scegliere i leader delle varie categorie: dalla quella under25 a quella progettisti, dall’imbarcazione dell’anno alla storica categoria velista dell’anno.

Nella categoria Velista Under 25 Carlo Marincovich-Azimut Wealth Management c’era l’imbarazzo della scelta per i giovanissimi campioni europei e mondiali delle classi laser, windusurf; alla fine l’ha spuntata la piccola velista di Trento Cecilia Zorzi che ha conquistato nella scorsa stagione il titolo mondiale nella classe Laser 4.7. 

Per la categoria “Barca dell’Anno – Marina di Loano” nulla ha potuto il TP52 Aniene 1aClasse contro lo strapotere di Luna Rossa che al suo esordio nel circuito Extreme40 ha battuto team molto più  quotati nei multiscafi. Nel riceverlo lo skipper di Luna Rossa, Max Sirena, ha dedicato il premio a Patrizio Bertelli che sta mettendo nelle condizioni il team di affrontare nel migliore dei modi la prima tappa dell’America’s Cup World Series di Napoli. 

Nell’ambito della progettazione “Progettista dell’Anno – Feudi di San Gregorio” invece è spuntato a sorpresa l’innovativo disegno dell’architetto Alberto Simeone che con il suo Mylus 19-95 ha battutto il disegno da super ricchi di Alessandro Vismara, il Vismara80.

Last but not least, se non fosse altro che questo premio nasce proprio per eleggere il velista che si è distinto nella stagione, con lo stupore collettivo, confessato dallo stesso premiato, Rufo Bressani ha vinto la sua categoria battendo Checco Bruni, Michele Paoletti e Susan Bayer.

Appuntamento al prossimo anno per la premiazione dei campioni del 2012.

 

Share