The Ocean Race si adatta al contesto mondiale e pianifica un evento europeo

Leg 11, from Gothenburg to The Hague, start day. 21 June, 2018.

La quattordicesima edizione della più dura regata oceanica in equipaggio partirà nell’ottobre 2022. Gli organizzatori pensano a una Europe Race per l’estate 2021. Gli organizzatori di The Ocean Race hanno confermato che la prossima edizione della regata partirà dal porto spagnolo di Alicante nell’ottobre 2022 per finire a Genova nell’estate 2023, proprio in occasione delle celebrazioni dei 50 anni del giro del mondo a vela in equipaggio.

Per la prima volta nella storia dell’evento, inoltre, è stato presentato un piano per i prossimi 10 anni ed è attualmente in corso uno studio di fattibilità per una regata europea da svolgersi la prossima estate.

Il cambio della data di partenza della prossima edizione del giro del mondo a vela arriva al termine un processo di pianificazione strategica e di consultazione con gli stakeholder, per identificare la via migliore in uno scenario sportivo colpito dalla pandemia COVID19.

LE DICHIARAZIONI: RICHARD BRISIUS

“Fin dal 1973 The Ocean Race è stata una delle sfide più grandi del mondo dello sport. I team vincenti hanno dimostrato che una giusta preparazione è la base del successo. Ora stiamo vivendo tempi eccezionali e la nostra prima priorità è pensare a tutti coloro che sono stati e continuano ad essere colpiti dalla pandemia COVID-19.” Ha affermato Richard Brisius, Presidente di The Ocean Race. “Rappresentando un evento sportivo internazionale, con tappe in sei continenti, siamo profondamente legati alla nuova realtà che si è venuta a creare per i velisti, i team, le città e i nostri partner in tutto il mondo. Con loro abbiamo lavorato in maniera molto positiva negli ultimi mesi per sviluppare un futuro solido e migliore per il nostro evento. Un lavoro che ci ha permesso di creare un piano decennale per The Ocean Race. Un piano adattato alla nuova realtà in un modo innovativo, sostenibile e responsabile. Ciò permetterà a tutti gli stakeholder coinvolti di avere migliori opportunità di prepararsi al meglio e ai nostri fan di seguire un evento ancora più grande nei prossimi anni.”

La prossima edizione della regata, come previsto, sarà aperta a equipaggi completi in due classi: i monotipo V065 e gli IMOCA60.

LE DICHIARAZIONI: PETER BURLING

“Vincere  The Ocean Race per me è ancora un obiettivo importante.” Ha detto il campione olimpico e di Coppa America neozelandese Peter Burling, che ha preso parte alla regata per la prima volta nell’edizione 2017-18. “So bene quanti sforzi e quanta pianificazione e preparazione siano necessarie per mettere insieme una campagna vincente. Con questo anno in più di tempo prima della prossima regata, aumenta la possibilità che sulla linea di partenza di Alicante ci siano team forti e ben preparati. Credo che sia una decisione ben considerata e positiva.”

LE DICHIARAZIONI: CHRIS NICHOLSON

“Il mondo è cambiato per il COVID-19 ma la resilienza di velisti, stakeholder e organizzatori di The Ocean Race

(Photo by Ainhoa Sanchez/Volvo Ocean Race via Getty Images)

è ancora evidente,” ha detto Chris Nicholson, co-fondatore di W-Ocean Racing, che ha partecipato ben sei volte alla regata. “Tutti abbiamo perso tempo significativo in questo periodo, e questo cambiamento per me è la mossa giusta. Ci permetterà di avere il tempo per rifocalizzare i nostri sforzi ed essere parte di questo grande evento.”

Il pluripremiato programma di sostenibilità, uno dei pilastri della regata, continuerà a crescere sotto il cappello del progetto di Racing with Purpose. The Ocean Race Summit, i Programmi Educativi e Scientifici saranno tutti incrementati e integrati in ogni settore dell’organizzazione della regata.