Varato “Far Away”, 120 piedi di lusso by Canados

Trentasei metri di carena dalle alte prestazioni, dotazioni di bordo innovative, layout originale e décor di spiccata impronta moderna. Per otto ospiti. Da prua a poppa, dal fly al beach-club, il nuovo Canados 120 offre grandi spazi all’aperto, living, sala pranzo, uno spazio multimediale, due grandi suite armatoriali e due cabine ospiti. E per sentire la musica in cabina, comunicare fra una suite e l’altra, regolare l’aria condizionata o chiamare l’equipaggio si usa l’IPad. Il nuovo Canados 120 è la nuova ammiraglia della linea flybridge che si aggiunge ai modelli più piccoli Canados 76, Canados 86 e Canados 116. Il progetto e le linee esterne nascono in casa Canados, sviluppate dall’Ufficio Tecnico del cantiere, mentre gli interni e il décor sono firmati Francesco Paszkowski Design, lo studio del famoso designer che con questo progetto ritorna a collaborare nuovamente con il cantiere.
All’esterno grandi finestrature a murata permettono un’illuminazione ottimale delle cabine, mentre quattro terrazze a scomparsa – comandati da un sofisticato meccanismo idraulico –  creano un maggiore contatto esterno-interno e con il mare sul ponte principale a livello della sala pranzo e del grande ambiente multimediale realizzato a prua. Fra le innovazioni introdotte a bordo numerose riguardano la poppa e sono il risultato di un accurato lavoro ingegneristico dell’ufficio tecnico del cantiere. La poppa del nuovo 36 metri presenta un ampio beach club, completamente rivestito in teak, completo di  bagno di cortesia e di  doccia. Il garage accoglie un tender di 4,30 metri, mentre due seabob e un jetski possono essere alloggiati sotto la piattaforma.

Novità anche il salottino di prua sul ponte principale, creato per aumentare lo spazio da vivere all’aria aperta. Per salvaguardare la privacy quando si è ormeggiati in porto, all’occorrenza può essere protetto dal sole grazie a un tendalino studiato per essere montato e smontato in maniera estremamente semplice. La zona all’estrema prua è dedicata a un ulteriore spazio relax con un ampio prendisole. Il fly prevede una vasta zona prendisole, area conversazione e pranzo, e timoneria esterna. Per proteggere il ponte sole nelle ore più calde è previsto un hard top con lamelle in carbonio motorizzate.  Le dotazioni di bordo includono anche un impianto di domotica di ultima generazione che consente diverse funzioni, quali la regolazione delle luci esterne e interne, dell’impianto audio e vide, dell’aria condizionata, la movimentazione delle tende, la possibilità di comunicare fra una suite e l’altra e di chiamare l’equipaggio. Tutto grazie a un IPad.

Come ogni Canados l’interno è totalmente custom: per la sua barca l’armatore, dopo un’attenta selezione dei numerosi designer di fama internazionale, ha scelto Francesco Paszkowski Design. L’uso del grigio, unico colore declinato in diverse tonalità, che richiama per tutti i materiali scelti – rovere, ebano, pietra, vetro – la colorazione del titanio, la sofisticata lavorazione dei materiali, i giochi di intersezione di volumi  con pareti in legno laccato o in tessuto – che dividono gli ampi spazi senza creare separazioni nette – e le soluzioni adottate per l’illuminazione di bordo – luci perimetrali o faretti a cielino recessati nelle gole – sono gli  elementi salienti di un interior design rigoroso e unico nel suo genere.

“Per arrivare al risultato attuale abbiamo lavorato a stretto contatto con l’Ufficio Tecnico del cantiere e l’armatore sin dall’inizio – commenta Francesco Paszkowski. “Questo modo di procedere ha permesso di soddisfare i desideri dell’armatore e accogliere le nostre proposte; il cantiere ha dimostrato grande disponibilità a risolvere le problematiche tecniche imposte dalle esigenze dettate dalla lavorazione dei materiali”.  Il ponte principale comprende una grande e unica zona open-space con living e sala pranzo; la cucina, realizzata da Boffi, il bagno di cortesia e l’accesso alla timoneria si trovano all’interno di uno spazio definito a centro nave; un ambiente multimediale, completo di bagno e trasformabile all’occorrenza in un’ampia cabina ospiti, grazie ai divani realizzati custom, occupa la zona all’estrema prua. Il ponte inferiore prevede due grandi suite armatoriali, complete di salottino e ampia zona bagno, una cabina ospiti a letti gemelli e l’alloggio per l’equipaggio. (credito fotografico A&B Photodesign)

Share