Velista dell’Anno FIV al via le votazioni

Pronti, partenza, via…aperte le votazioni sulle nomination proposte dai media, tra cui Sailbiz, per selezionare il vincitore 2019 del premio Il Velista dell’Anno FIV, giunto alla sua 25°edizione. Nomi molto interessanti, soprattutto tra quei giovani che oggettivamente a livello mondiale stanno dimostrando grande abilità, come Giorgia Speciale che ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi Giovanili 2018.
Pertanto votate, votate, votate e soprattutto fate votare!

Sui canali Social de Il Velista dell’Anno FIV stiamo cominciando a promuovere l’elenco dei finalisti che è scaturito dal sondaggio tra tutti Voi amici che avete voluto contribuire con le vostre preferenze qualificate. Questi sono stati i risultati del sondaggio (in rigoroso ordine alfabetico) e questi di conseguenza sono i finalisti che si contenderanno i rispettivi trofei, lunedì 4 marzo a Villa Miani.

Velista dell’Anno 2018:

  1. Furio Benussi, skipper e timoniere di Spirit of Portopiccolo, vincitore della 50a edizione della Barcolana.
  2. Alberto Bolzan, 3° classificato alla Volvo Ocean Race a bordo di Brunel.
  3. Marco Gradoni, campione del mondo classe Optimist per il secondo anno consecutivo.
  4. Giorgia Speciale medaglia d’oro ai Giochi Olimpici giovanili di Buenos Aires (classe windsurf Techno 293+).
  5. Ruggiero Tita e Caterina Banti, campioni italiani, europei e del mondo classe Nacra 17.

Armatore Timoniere 2018:

  1. Roberto Lacorte, vincitore del Mini Maxi World Championship.
  2. Filippo Pacinotti, vincitore della World League 2018 della classe Melges 20 su Brontolo.
  3. Alberto Rossi, campione Europeo classe J70.

Barca dell’Anno 2018:

  1. Cuordileone Swan 50 (armatore e timoniere Leonardo Ferragamo) 2° classificato al campionato del mondo di classe 2018 e vincitore della Giraglia Rolex Cup.
  2. Endlessgame (Red Devil Saling Team) campione italiano Offshore 2018.
  3. My Song (armatore e timoniere Pierluigi Loro Piana) vince la RORC Transatlantic Race e stabilisce il nuovo record di percorrenza.